DONNA, PERDONA ANCHE ME!

0

DOMENICO FRIOLO LA MIA TERRA TRA STILLE E STELLEDOMENICO FRIOLO

DONNA, PERDONA ANCHE ME

Donna, che turbasti i miei sensi
già da quando fosti
estratta dal mio costato.
Ne sgusciasti via
e dovetti rincorrerti
inseguendo la tua bellezza.
Provai spasmi d’amore
già quando le tue fattezze

erano ancora un abbozzo.
Continuai ad inseguirti
ti trovai presso il melo
ti guardai senza capire…
Poi udii una voce che ammoniva,
e con te cercai scampo nel soccorso
di una foglia di fico, ma fu inutile.
Fosti chiamata a dare un senso
al bene e al male, contesa
dal Signore dei cieli
e da quello degli inferi
in una vita divenuta greve,
triste e relegata ad un ruolo
dove ogni atto ti sconcertava.
Sopporti da allora dolore di doglie,
e, dolcissima stringi a te
il primo gemito del tuo grembo.
Sei la vita,
perché ti imposero sofferenza ?
Oh, donna: perdona anche me !

 

Share.

About Author

Domenico Friolo

Domenico Friolo...


Leave A Reply