I borghi fantasma/video

0

I borghi fantasma/video

Video: Ci perdiamo a vicenda

Secondo uno studio di Legambiente Italia, 1.650 comuni italiani sono destinati a diventare Ghost Town: città fantasma a rischio estinzione, perché non raggiungerebbero la soglia minima di sopravvivenza nelle diverse categorie demografiche, sociali, economiche e dei servizi.
Sono luoghi nei quali gli unici abitanti rimasti sono il vento e le nuvole di passaggio.
Rappresentano una delle più spiccate peculiarità del paesaggio italiano (ma soprattutto meridionale, dove il fenomeno dello spopolamento è oggi più che mai una piaga sociale), paesini o piccoli borghi arroccati in paesaggi collinari o montanari, circondati da mura con i loro vicoli stretti e case ormai scheletriche, simbolo di un passato ricco di tradizioni e usi locali.
A causa di catastrofi ambientali (soprattutto legate al fenomeno dell’erosione del territorio), e di ragioni demografiche, questi centri, a partire dal secondo dopoguerra in avanti, hanno cominciato progressivamente a spopolarsi.
In molti casi l’abbandono è stato completo e oggi quei ruderi restano come fantasmi del passato a testimonianza di una vita che non c’è più.
Eppure questi paesini rappresentano luoghi assolutamente affascinanti con le loro architetture divenute scarne e spettrali e le costruzioni in molti casi lasciate con le porte e finestre aperte e abbandonate all’incuria dei fenomeni atmosferici.

VIDEO: Ci perdiamo a vicenda

dino deangelis

info@dinodeangelis.it

Condividi

Informazioni sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento