L’ASSESSORE E’ SULLA CARTA, NON SULLA STRADA !

0

Dal momento che la gente si incazza quando uno mette in evidenza lo scarso senso civico di enti, istituzioni e privati nella cura degli spazi di pertinenza, allora rovesciamo la clessidra e parliamo di quelli che hannose  alto senso civico e che possono andare come esempi positivi in questa città. Così nessuno se la prende si plaude a tre quattro cittadini esemplari e si lascia indisturbati gli altri cento, duecento, mille che se ne fottono di rendere un po’ più decoroBETLEMMEsa questa città.

Naturalmente, il mio, è solo un espediente retorico per dire che questa città è fatta male perché non è gestita dal punto di vita della vigilanza e del rispetto delle norme e ognuno fa esattamente quello che gli pare, pulendo gli interni della sua casa e trascurando le aree che gli competono. Così anziché parlare delle duecento ditte che, avendo stipulato un protocollo con il Comune, fMnQmrKpoccupano spazi verdi con un loro  cartello pubblicitario senza per niente curarsi di …. curare quel verde assegnatogli, parliamo delle 3 o 4 associazioni o ditte che quell’obbligo lo mantengono e lo rispettano. Può darsi che ce ne sia sfuggita qualcuno, ma di situazioni come questa se ne possono contare al massimo con le dita di una mano. A viale del Betlemme  c’è la rotonda di fronte al locale carcere che è curata in maniera pregevole, con operai che a bordo di un camion passano a mettere l’acqua e a tagliare l’erba. Il cartello esposto, peraltro in forma discreta, è della ditta Colorificio Lamorte. Altro esempio positivo è l’aiuola spartitraffico di rione San Rocco, dove una casa di riposo, ha messo il suo cartello pubblicitario, onorando l’impegno col Comune nel mantenere lo spazio in ordine e con i fiori curati; Il terzo è nel quartiere di Macchia Romana e precisamente nella PINNARO'rotonda che porta al bivio con la strada del campo di atletica leggera , come si può vedere dalle immagini. Che dire?: queste persone non sono eroi del quotidiano, ma sono persone normali che mantengono i patti e non fanno i furbi. Ce ne sono altre 197, o quanti sono, che i patti non li mantengono e che espongono la loro inazione menefreghista sotto gli occhi della gente. Ognuno si imprima in mente la ditta, e giudichi se ci si può fidare di persone che fanno i furbetti del…quartierino, anche se per la verità va detto che non è colpa loro se li si autorizza di fatto a tenere questi cattivi comportamenti. Assessore al ramo, esca dalla sua evidente pigrizia, e giri un pò per le strade.

 

Share.

About Author

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Leave A Reply