MARUGGI LASCIA SVILUPPO BASILICATA E TORNA A FARE IL BANCHIERE

0

Nessun mistero aleggia intorno alle dimissioni di Giampiero Maruggi, l’amministratore di Sviluppo basilicata. Torna a fare il banchiere, la cosa che più di tutto l’appassiona. La concomitante coincidenza tra una conferenza stampa annunciata e poi abortita per impegni del Presidente e la assoluta sorpresa di dimissioni che nessuno si aspettava, aveva alimentato qualche interrogativo di troppo. Conoscendo però i rapporti tra vertici della politica ed il manager, era da escludere motivazioni che non fossero nella piena fisiologia di un rapporto contornato da stima ed apprezzamenti reciproci. Si perché Sviluppo Basilicata  è stato sempre portato in un palmo di mano dal governatore, a significare la scelta, al di là delle appartenenze, di persone capaci di fare il loro mestiere e lui, Maruggi, lo stava facendo bene. Ha operato bene al San Carlo, come manager della struttura sanitaria e stava operando benissimo a Sviluppo basilicata in quella che doveva essere il suo tentativo di modifirìcarne la mission in direzione di più Banca e meno Dipartimento erogatore di contributi. Su questo aspetto la sua assenza peserà e non poco, perchè una Finanziaria che non voglia ripetere gli errori del passato ( da Mediocredito in poi) deve poter agire con una professionalità specifica e una mission  quasi di natura privatistica, che sappia vedere il ritorno degli investimenti sia in capitale che in finanziamenti di garanzia. E sullo sfondo non va dimenticato che si staglia un nuovo scenario dove solo manager forti possono contribuire a disegnare un ruolo protagonistico della regione in settori decisivi per il corretto sviluppo della basilicata.  Le vicende ultime della Basilicata sconsigliano ormai di affidarsi a dirigenti sempre pronti a pararsi il sedere e senza preoccupazione alcuna per i risultati, diventando così una zavorra più che una risorsa rispetto alla sfera politica. Ma per ora stiamo alla cronaca di questo distacco. Dice Maruggi, in una lettera inviata alla stampa, dopo la mancata conferenza prevista : “credo di poter affermare che lascio una Società con migliori prospettive rispetto a quando ne ho assunto la responsabilità, ricapitalizzata, con una gestione economica nuovamente positiva, ma ancor più con una chiara missione da compiere nel contesto delle politiche regionali.

I risultati raggiunti e le prospettive nuove che si sono dischiuse sono frutto di forte assonanza con il Governo regionale, con i Dipartimenti regionali e le Autorità di gestione: ringrazio tutti per la grande disponibilità assicurata sempre e per l’alta professionalità espressa.

I motivi che mi hanno indotto a questa decisione sono esclusivamente professionali: ritengo giusto che in incarichi pubblici come quello che ho avuto l’onore di ricoprire, vi sia una giusta alternanza di professionalità, per mantenere vivo quello scambio di idee e di progetti che sono alla base della crescita di qualunque azienda.

Chi mi conosce sa che sin dall’inizio di questa avventura ho ritenuto giusto porre un termine al mio incarico, assegnandomi il tempo strettamente necessario ad affrontare le emergenze esistenti e tracciare una nuova strada della Società.

Sono certo che la nuova governance di Sviluppo Basilicata saprà ancor meglio realizzare quanto progettato.

Dal canto mio confido, nei nuovi ruoli che dovessi ricoprire, di poter continuare a servire il nostro Territorio, al quale sono profondamente legato”.

Condividi

Informazioni sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento