PATRIMONIO SINISGALLI IN MANO AGLI SCIACALLI

0

Il grande dibattito che si è creato dopo la denuncia della Fondazione SinisLeonardo_Sinisgalligalli sul tentativo degli eredi di vendere alla chetichella tutto quello che può essere monetizzato  ha avuto ferme reazioni in Consigliore regionale, e tra gli operatori culturali. Silenzio della grande stampa, che il Sud lo vede sempre e solo dal lato delle negatività e non della salvaguardia del suo patrimonio e del ricordo dei suoi uomini migliori. La cosa è arrivata anche al ministro Franceschini perchè blocchi su Roma il tentativo di mettere all’asta diari e testimonianze varie del grande poeta ed artista lucano. Piero Lacorazza, Aurelio Pace hanno presentato due distinte mozioni per cheidere che si affronti il problema. Intanto Pietro Simonetti esorta la stassa regione fare passi concreti, metetndo a disposizione quello che già è in suo possesso. Non si può immagFacciata_Casa_delle_Muse-515x330inare che a Matera 2019 si arrivi con una situazione di questo genere, dove uno dei più grandi emblemi della Lucanità sia oscurato o dimenticato.  Dice Simonetti “Nell’ambito delle azioni in corso per la valorizzazione e la tutciviltà_delle_macchineela dell’opera di Sinisgalli si può cominciare dal trasferimento, presso il museo di Montemurro, degli acquerelli depositati presso il Consiglio regionale di Basilicata per essere fruiti dai visitatori”. “Per quanto concerne l’attuazione del testamento del poeta scrittore è necessario che gli organismi preposti attivino le misure  di rito per garantire il trasferimento dei lasciti verso il comune di Montemurro o la Regione Basilicata così come disposto nel testamento ovunque si trova il materiale donato.
Per quanto concerne i diritti acquisiti dalla Mondadori rispetto ai testi pubblicati e mai ristampati è necessario intervenire,tramite le autorità che controllano il comparto, per ottenerne la ristampa anche in riferimento ad eventuali ostative immotivate”. Intanto, come si diceva, il Ministro Franceschini si è mosso incaricando la Soprintendenza Archivistica e libraria del Lazio di intervenire per verificare e accertare quanto sta avvenendo, relativamente alla vendita del patrimonio sinisgalliano in un mercatino dell’usato e attraverso le aste giudiziarie”. Lo rende noto, in un comunicato, la Fondazione Leonardo Sinisgalli.10712984-853310398036385-6514452266796871448-n_37450_18462
“Il presidente, Mario Di Sanzo, il direttore, Biagio Russo e tutto il Cda della Fondazione – prosegue la nota –  esprimono soddisfazione per la tempestività con cui si è intervenuti, grazie ad una filiera istituzionale solidale e compatta, che ha coinvolto la Fondazione, la Regione Basilicata, il Capo di Gabinetto del Mibact e il soprintendente del Lazio, dr. Mauro Tosti Croce.
La fitta rete di contatti e di scambi di informazione, pressoché quotidiani, nel giro di una settimana, ha determinato l’inizio della procedura che da un alto attesta e riconosce il valore di Leonardo Sinisgalli per la cultura del Novecento e della letteratura italiana e, dall’altro, cerca di impedire l’ennesimo, nonché ultimo, scellerato smembramento di un patrimonio tra i più ricchi e singolari del Novecento, per la fitta trama delle relazioni del poeta-ingegnere e per il valore delle opere possedute”.

Condividi

Informazioni sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento