SPAZIOCINEMA. … regole ferree per non annoiarsi

0



FB_IMG_1494228502969

A CURA DI EMANUELA DI MARE


Estremamente importante è continuare a consigliarvi i film più incisivi in programmazione. Ricordatevi che una buona realizzazione cinematografica gratifica sempre tutti.

 Poi ci spiegheremo perché i film drammatici e commoventi ci insinuano di più … sarà perché oggigiorno sono descrizioni fedeli dei nostri reali vissuti ?


IN PROGRAMMAZIONE : poster_jpg_200x120_crop_upscale_q85

Il lungometraggio, descritto come una fiaba moderna, racconterà la storia di Bella Brown (Findlay): una giovane che sogna di scrivere e illustrare libri per bambini ma affronta vari problemi, tra cui l’essere stata abbandonata da bambina, i suoi disturbi ossessivo compulsivi e un capo esigente nella libreria in cui lavora.
La sua vita cambierà quando il padrone di casa le ordina di sistemare il suo giardino, nonostante la sua paura per la flora e la fauna. Questa situazione la porta a fare la conoscenza dell’anziano e ricco Alfie Stephenson (Wilkinson), il suo vicino dal pollice verde.

This Beautiful Fantastic

2016 – Drammatico, Commedia, Fantastico / Consigliato : SI ☆ ☆ ☆Bella Brown, una frustrata autrice di libri per bambini, è costretta ad abbandonare il suo ordinatissimo appartamento per lavorare in una biblioteca. Affetta da una timidezza cronica e da un disordine ossessivo-complusivo, Bella non ha amici né famiglia e non ha neppure una vita vera e propria finché non si imbatte in Billy, confusionario inventore che appare in biblioteca e sconvolge la sua esistenza come un tornado.

 

locandinapg1

Alien: Covenant

2017 – Fantascienza, Horror, Azione / Consigliato : SI ☆ ☆ ☆
Diretti verso un pianeta remoto in un angolo lontano della galassia, i membri dell’equipaggio della nave-colonia Covenant scoprono quello che pensano essere un paradiso fuori dalle cartine geografiche. Il luogo, in realtà, si rivelerà un mondo dark e pericoloso il cui solo abitante è il “synthetic” David, rimasto in vita dopo la spedizione Prometheus.Un’improvvisa tempesta di neutrini sconvolge i piani dell’astronave Covenant, diretta verso un pianeta da colonizzare con un piccolo equipaggio e migliaia di embrioni. L’incidente, cui assistono impotenti il “sintetico” e anaffettivo Walter (come Benjamin: l’umanità nell’epoca della sua riproducibilità tecnica) e l’intelligenza artificiale della nave, risveglia l’equipaggio dal sonno criogenico, uccidendone però il capitano. Si capisce bene che a questo punto gli altri membri non hanno tutta questa voglia di tornare nelle capsule dopo aver sistemato i danni e così colgono al volo l’occasione di un misterioso messaggio proveniente da un più vicino pianeta, che misteriosamente non era stato valutato nella mappatura del sistema. Cambiano quindi percorso e finiscono per trovare un ecosistema apparentemente idilliaco ma pieno di trappole, dove il David di Prometheus regna sulle rovine citando l’Ozymandias di Shelley.A cinque anni dal capitolo precedente, Scott torna a parlare di creazione della vita, intelligenze artificiali e xenomorfi. Lo fa con un impianto semplificato e più genuinamente di genere, elevato da grandiose scenografie ma pure macchiato da eccessive pretese filosofiche a fronte di personaggi dalla scarsa lucidità.In una delle scene più ridicole del primo prequel – presa a emblema della sua stupidità un po’ ovunque e pure dal fumettista Leo Ortolani, che da allora ha ribattezzato simili idiozie “premio Prometheus” – il biologo guardava un chiaramente minaccioso serpente alieno come avesse avuto di fronte un tenero e pacioso criceto, finendone massacrato. Qui accade che il capitano della squadra, come si vede già nei trailer, guardi curioso dentro un bacello alieno fidandosi di un personaggio che ha già scoperto essere una sorta di scienziato pazzo, animato dal disprezzo per l’umanità. Insomma, anche se molti elementi sono stati abbandonati, la lezione del film precedente è stata appresa solo fino a un certo punto.

 70x100_otmr_data_jpg_200x0_crop_q85

On The Milky Road – Sulla Via Lattea

2016 – Drammatico / Consigliato : SI ☆ ☆ ☆
Tre capitoli della vita di un uomo che vive in un paese sconvolto dalla guerra e stringe un rapporto con una donna disposta a qualsiasi cosa pur di salvargli la vita.

 

una-settimana-e-un-giorno_manifesto-copia_jpg_200x0_crop_q85

 

Una settimana e un giorno

2016 – Drammatico / Consigliato : SI ☆ ☆ ☆ ☆
Al termine della settimana di lutto ebraica, un padre che ha perso il figlio è atteso dalla moglie per tornare alla loro quotidianità. Anche grazie al rapporto che si instaura con un giovane vicino, egli inizierà a scoprire che ci sono ancora motivi per cui vale la pena vivere.

Condividi

Informazioni sull'Autore

Emanuela Di Mare

Libera professionista, con esperienza nel settore marketing , allestimenti , coordinamento risorse umane e logistica aziendale . Si occupa fattivamente di ottimizzare e razionalizzare proposte commerciali , enogastronomiche , ambientali ed ultimamente culturali . Per la divulgazione di notizie , si avvale anche dei più comuni strumenti come i social . Sue caratteristiche sono la cordialità e la concretezza . Hobby e passioni : arti visive ed in partcolar modo il disegno e la pittura , attività nate spontaneamente , che proseguono motivate da un' innata creatività .

Lascia un Commento