TALENTI LUCANI : SIMONE CORBO

0

Si chiama Simone Corbo ed ha 18 anni. Frequenta  la IV E del Liceo scientifico “Galileo Galilei” del capoluogo. E’ il vincitore delle Olimpiadi della scrittura Italiana .

 

Cinquantasettemila iscrizioni, centinaia di istituti, 80 finalisti a Torino per le Olimpiadi di italiano. Il vincitore è un potentino, Simone Corbo. La prova non è semplice perché sull’italiano non si scherza: se lo si conosce davvero, bisogna dimostrare padronanza della grammatica, efficacia nell’uso della lingua, destrezza nel lessico, abilità nel dominare le sfumature dell’italiano.

«La partecipazione alle Olimpiadi quest’anno è stata di Italiano è avvero enorme, con numeri in crescita esponenziale negli ultimi anni grazie all’impegno profuso dal Ministero nell’organizzazione e nel coinvolgimento delle scuole – sottolinea la ministra Valeria Fedeli -. Le Olimpiadi non sono solo una gara, ma si connotano ormai come un vero e proprio evento culturale anche per le Giornate dedicate alla Lingua Italiana».

La fase nazionale dell’avvenimento è consistita nella produzione di quattro testi: un riassunto, un commento, un testo a carattere informativo ed un testo creativo.

“La vera questione – sono le parole di Simone – è legata alla transizione dalla scrittura tradizionale a quella informatizzata. Come per ogni nuovo strumento, mi riferisco ai nuovi sistemi di scrittura, occorre trovare il modo migliore per impiegarlo senza tralasciare le grandi potenzialità delle stesura tradizionale dei testi. Un giusto connubio tra passato e futuro per meglio indicare e far comprendere il presente”.

“La mia emozione – è la sua esternazione – nell’aver raggiunto un risultato così importante è difficile da descrivere anche perché non era nelle mie aspettative concrete. Certo la speranza faceva capolino, altrimenti non avrebbe senso cimentarsi e, soprattutto, sentire di dover ‘saggiare’ le proprie capacità. La cosa più bella che mi porto di questa esperienza è quella di aver vissuto la dimensione comunitaria della lingua. Interessante e ammiccante al tempo stesso, aver avuto la possibilità di confrontarmi con ragazzi provenienti da ogni partesimone corbo d’Italia. La gioia che resta a suggello di giorni vissuti intensamente è di aver portato nella mia terra le emozioni e i momenti splendidi dell’intero arco temporale delle Olimpiadi, rivelatesi non solo una gara di bravura, ma una vera palestra di vita in cui condividere idee e pensieri”.

Di fronte alla grande performance del ragazzo potentino, che ha onorato la scuola, la città e la Basilicata, si è mosso tutto l’apparato istituzionale per renderli opmaggio, il Presidente Mollica, il Sindaco della città, il presidente della prima Commissione regionale Santarsiero che ha osservato come l’evento sia “ per noi momento di riflessione rispetto ai tanti cervelli che continuano a lasciarci e di considerazione in merito alla necessità di favorire la meritocrazia reale”. Ecco, sì. Di questo si tratta se vogliamo onorare i migliori.

 

Condividi

Informazioni sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento