POTENZA, OGGI CONTA SOLO VINCERE

0

ROCCO SABATELLA

L’unica cosa che conta oggi, volendo parafrasare il Il motto della Juventus, è vincere e basta. Tutti,società, allenatore, squadra, pubblico devono capire che la mission della salvezza deve essere portata a termine oggi con ogni mezzo e ognuno facendo al massimo la sua parte. Tutti insieme in questi novanta minuti contro il Foggia nei quali la squadra ha il dovere di fare la partita più che perfetta per arrivare ai tre punti che significherebbero evitare che le prossime e ultime due partite possano diventare da ultima spiaggia. Ossia che ancora non si è arrivati a chiudere la pratica salvezza e ci si deve affidare alle gare con il Messina in trasferta e con la Virtus Francavilla al Viviani per arrivare alla meta. L’ottimismo non manca perché, come diciamo da tempo, il Viviani è stato la cassaforte da cui sono arrivati la maggior parte dei punti che permettono a Caturano e compagni di essere a pochi metri dal traguardo. E lo deve essere, ne siamo convinti, anche contro il Foggia, Dovranno essere le motivazioni più forti rispetto a quelle degli avversari a fare la differenza. E soprattutto bisogna mandare in campo i giocatori più affidabili e che offrano la massima garanzia di stare al massimo per giocare una gara che dovrà essere una battaglia in cui ci si deve acquietare solo quando l’arbitro fischia la fine del match. Dopo aver centrato l’obiettivo della permanenza ci sarà il tempo per tutte le analisi della stagione con relativi processi. Il refrain della vittoria a tutti i costi è stato ripetuto fino alla noia alla squadra da Marchionni: “Voglio un Potenza cinico, non dobbiamo pensare alle lavagne e agli schemi. Conterà solo vincere, la squadra in settimana ha capito di aver buttato un anno in cui si poteva fare di più. Sappiamo di dover partire forte per mandare un segnale di forza e di coraggio agli avversari. Mi danno fastidio le sei sconfitte sotto la mia gestione. La squadra non ha fatto ciò che ho chiesto, anche per colpa mia. In questo momento conta solo salvarsi e regalare ai tifosi una gioia per ricambiare tutto l’affetto che ci hanno sempre dimostrato anche quando, nei momenti bui, ci hanno dato la possibilità di lavorare in tranquillità. Il Foggia è salvo e punta ai play off ma possono giocare con la mente serena. Ripeto il Potenza deve partire  forte ma con equilibrio anche per non avere problemi legati al caldo”. Out Spaltro, Pace e Mazzeo, recuperato Volpe dopo la febbre, Marchionni si affiderà al 3/5/2 con l’ex Alastra in porta, Armini, Sbraga e Maddaloni in difesa, Hadziosmanovic e Burgio esterni, Saporiti, Schiattarella e Candellori in mezzo, Caturano e Volpe i due attaccanti. Nel Foggia assenti Odjer e Tascone squalificati e Millico infortunato. A centrocampo giocheranno Marino e Di Noia mentre Schenetti agirà alle spalle di Rolando e Tonin. Si gioca con inizio alle ore 18,30 con la direzione di gara affidata a Giaccaglia di Jesi. Prezzi ridotti dal Potenza per avere un Viviani pieno di tifosi a spingere Sbraga e compagni verso la vittoria.
Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella...

Rispondi