A MATERA IL PD RISCHIA L’ISOLAMENTO

0

L’avocazione a Roma delle candidature per Matera, da parte del Pd, è riuscita a spegnere anche quel poco entusiasmo che i dirigenti locali si sforzavano di mettere in mostra, col risultato che nella sezione materana del partito si è spenta la lampadina e quei pochi volenterosi si sono collocati in una mortificata attesa di ordini dall’alto. A Roma non hanno capito che  quando affronteranno il problema sarà troppo tardi e che accordi e coalizioni saranno già fatti.  Lo schema di un accordo con i cinque stelle è banale ed improduttivo ,sia perchè i grillini sono numericamente inconsistenti, sia perchè proprio questo tipo di accoppiata rischia di escludere dal gioco degli accordi lo stesso Pd, confinandolo in una rappresentazione di una coalizione di sinistra che a Matera come altrove è assolutamente perdente. I segnali che arrivano dalla città dei Sassi sono di altro tipo e parlano di una lotta che si gioca al centro , con forze che si stanno organizzando e cementando. E’ un fatto che a Matera non si gioca solo per il Sindaco , ma per aspettative che riguardano altri appuntamenti importanti, come le candidature alle politiche , il ruolo in Regione e la coltivazione di bacini elettorali indispensabili per affrontare la scalata al potere . Su questo versante, il più attivo è ancora una volta l’imprenditore Nicola Benedetto che , sulla scorta del successo registrato nelle ultime competizioni alla Regione e al Comune di Potenza, si sta posizionando al centro del traffico, diventando punto di riferimento per soluzioni le più diverse. E’ evidente che alla base delle sue decisioni finali c’è qualcosa di tangibile che i leader della destra debbono garantirgli ,  che va forse al di là della stesso promessa di una guida della costituenda agenzia regionale per la politica industriale in luogo dell’abortita posizione di “sottosegretario al nulla” nella Giunta Bardi, così come è evidente che una destra che voglia fare a meno di quei voti non deve aspettarsi una corsa in discesa e rischia di rimanere col boccone in gola. Ma , al centro convergono altre forze , che fanno della loro equidistanza tra destra e sinistra il punto di forza di una contrattazione al rialzo. Spuntano nomi come Stella Brienza, la Mastrosimone ( chi si rivede!) e poi parlamentari in libera uscita, alla ricerca di un varco per la ricandidatura. Così come un ruolo importante lo giocano i renziani, sempre più distanti dal Pd e dai cinque stelle e non pregiudizialmente contrari al dialogo con le forze di centrodestra. Così come si sta delineando il quadro, potremmo collocare il Pd in un angolino appartato, che guarda gli altri giocare e fatalisticamente attende che qualcuno lo schiodi dalla panchina. Che tenerezza queste vecchie glorie!!!  Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento