CONTINUITA’ ASSISTENZIALE, L’ENTUSIASMNO NON GIOVA

0

L’entusiasmo che alcuni consiglieri hanno mostrato sulla legge che blocca i recuperi ai medici di continuità assistenziale rischia di essere interpretato come la fine della storia sulla legittimità o meno di quel famoso accordo del 2008. Così non è perché se è vero che sulla questione c’è un primo pronunciamento del giudice del lavoro di Chieti, che dichiara la legittimità di quella stessa indennità forfettaria, data dalla regione Abruzzi ai medici di continuità, in relazione all’inadeguatezza del sistema sanitario e quindi alla necessità di inglobare in una unica voce tante di quelle difficoltà che i medici incontrano in una regione a forte difficoltà orografica ( idem per la Basilicata) , è pur vero che non ci sono sentenze definitive e che sentenze di segno contrario potrebbero al momento rimettere tutto in discussione. Bene hanno fatto, prima Lacorazza e poi il Presidente Pittella  a chiarire che fermando l’azione di recupero si è cercato di evitare solo ulteriori danni per la Regione derivanti dal pagamento di interessi e spese legali e che la questione si deve spostare sul livello legislativo nazionale. Anche perché, per chi non lo sapesse, la regione Sardegna, aveva già fatto giorni prima una legge che annullava il recupero e giustificava le indennità forfettariamente erogate. E la legge è passata senza rilievi da parte del governo. Da qui l’iniziativa legislativa della Basilicata, di fare un provvedimento legislativo più o meno della stessa portata, dal momento che l’Italia è una e una cosa se è legittima in Sardegna non può essere illegittima in Basilicata o in Abruzzo. A proposito di quest’ultima regione, il fatto sorprendente è che si è arrivati anche alla denuncia del procuratore della  corte dei Conti abruzzese da parte di un rappresnetante dei medici di continuità. Quindi la battaglia, come dice il consigliere Polese, si deve spostare nei rapporti tra regioni e Governo ( Campania, Sardegna, Friuli, Basilicata, Molise ed Abruzzi) per mettere la pietra tombale su questa vicenda. E il Governo dovrebbe essere favorevole visto che a livello territoriale sono molti i consiglieri pentastellati che hanno protestato contro il recupero di somme che ” legittimamente percepite”.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento