IL CAPOLUOGO NON E’ UN CONDOMINIO DA AMMINISTRARE

0

La presa di posizione del consigliere Michele Napoli sulla sostanziale inadeguatezza del governo municipale non può essere volgarizzata come un tentativo di riequilibrare le forze in campo all’interno di un partito e all’interno di una coalizione. Il suo background di consigliere regionale di opposizione per più legislature, la sua caratura professionale, la sua conoscenza delle problematiche che riguardano la comunità locale , ne fanno un protagonista credibile della politica lucana e tale che non lo si può certo accusare di tentare scalate di retroguardia alla sedia assessorile. Egli denuncia semplicemente quello che l’opinione pubblica ha avvertito da tempo, e cioè che in questo governo municipale non c’è spessore politico, manca ogni capacità progettuale e manca soprattutto una visione del ruolo che compete ad una città capoluogo di regione. Finora il giudizio ha scontato il beneficio del mestiere nuovo da apprendere , ma ora il tempo per l’apprendimento è scaduto e dentro e fuori il consiglio comunale, così come dentro e fuori la maggioranza consiliare, sale il mormorio dell’insoddisfazione. La considerazione generale è che manca al governo municipale una strategia di sviluppo della città , in un momento storico in cui proprio le forze locali sono chiamate a progettare, proporre, assumere iniziative per una città che non ha un retroterra industriale, non è legata ad  un tradizione  agricola , è priva di una forte caratterizzazione turistica, e non ha un commercio che possa competere con quello delle grandi città viciniori. Prima dello smantellamento di uffici direzionali e il loro accorpamento in strutture interregionali ( credito, telefonia, strade, ferrovie) la città concentrava in questo ruolo decisionale la sua forza attrattiva, mentre sanità, scuola e università contribuivano a far girare l’economia dei servizi e , cosa non da poco, l’edilizia abitativa, condotta quest’ultima, per la verità storica, all’insegna di un disordine urbanistico che ha smembrato ed imbruttito il capoluogo. Il resto è storia di oggi, con i giovani che fanno la valigia, i servizi che non drenano utenza extraregionale, la zona industriale derubricata a zona commerciale, e l’ospedale San Carlo che non riesce ad esprimere la qualità di un tempo. Ce n’è a sufficienza per dire che una Amministrazione che non si interroghi su quale futuro dare alla città e non predisponga strumenti di lettura dell’economia e della società, è una amministrazione che non ci porta da nessuna parte. Ricordo una polemica di una quindicina di anni fa, quando si accusava il Sindaco di allora  di comportarsi come un capo condomino, esattamente per la stessa mancanza di visione generale. Allora era una polemica esagerata. Oggi ci starebbe a pennello, ma Michele Napoli notoriamente è uno che non esce dal suo stile inglese e dal suo linguaggio moderato.  Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento