LA NUOVA AVVENTURA DEL POTENZA E DEL PICERNO

0

rocco sabatella

 

Potenza e Picerno hanno presentato la domanda d’iscrizione al prossimo campionato di serie C, debitamente corredata da tutti i documenti richiesti come la fideiussione, le ricevute liberatorie dei calciatori e la tassa d’iscrizione. Oltre all’attestazione del comune del capoluogo della concessione dell’utilizzo dello stadio Viviani. Il Potenza ha dovuto integrare, per regolamento federale, la documentazione con il versamento (i 91 Mila euro) dell’esposizione debitoria della società  al 31 dicembre dello scorso anno. E non si tratta di una novità di quest’anno perchè questa norma già esisteva negli anni addietro. Semmai le società della terza serie speravano, dopo i gravi danni causati dal Covid 19, che la FIGC  stabilisse una proroga del pagamento almeno fino al 31 dicembre prossimo.  Ma purtroppo non è’ stato così per cui tutte le società che hanno chiuso con il disavanzo hanno dovuto mettere mano al portafoglio. E il presidente Caiata, attraverso un video ha rimarcato  come,insieme ai due vice Fontana e Iovino, abbiano compiuto un ulteriore sforzo economico per assicurare al Potenza  l’iscrizione alla C per il terzo anno consecutivo. Dal suo canto anche il Picerno, in attesa del completamento dei lavori di adeguamento al Curcio, ha dovuto allegare alla domanda d’iscrizione la disponibilità del VIviani per le gare casalinghe e quindi i melandrini troveranno ospitalità nello stadio potentino per un altro mese o poco più. Espletate queste formalità, la nuova stagione potrebbe entrare nel vivo e ci si potrebbe immergere nelle faccende squisitamente di natura tecnica. Usiamo di proposito il condizionale perché non andrà esattamente in questo modo. Potenza e Picerno hanno, in questo momento, altre incombenze abbastanza decisive. Partiamo dal PIcerno che, pur avendo deciso di iniziare la preparazione lunedì 17 agosto prossimo, non può prendere decisioni immediate sulla composizione dell’organico affidato per il terzo anno consecutivo a Mimmo Giacomarro per la spada di Damocle che pende sulla testa del Picerno in merito alle vicende che riguardano la presunta combine dello scorso anno che avrebbe riguardato la gara con il Bitonto e che porterà inevitabilmente al processo sportivo alle due società e ai loro tesserati. Sia il direttore generale MItro che i legali della società ostentano grande tranquillità sulla vicenda e sono sicuri che il PIcerno uscirà pulito da questa accusa. Complesso, invece, il cammino del Potenza verso il terzo campionato consecutivo di serie C. Dopo oltre un mese dalla famosa giornata in cui il presidente Caiata consegno’ la società nelle mani del sindaco Guarente, invitato con questo gesto simbolico ad attivarsi per trovare qualche soluzione ai problemi economici denunciati da Caiata, qualche passo concreto in avanti si sta facendo proprio in queste ultime ore con l’ ingresso in campo di un gruppo di investitori svizzeri che operano nel settore delle grandi costruzioni e che sono rappresentati dall’ex presidente del Potenza Pasquale Donnarumma. Mercoledì scorso si sarebbe dovuto svolgere  a Milano un primo e importante incontro tra il sindaco Guarente, il presidente Caiata  e il gruppo degli investitori svizzeri. Incontro saltato per un improvviso imprevisto. Che non mette assolutamente in discussione  questa trattativa molto avviata e della quale il garante e’ Pasquale Donnarumma. Da quello che sono le indiscrezioni il piano  del gruppo svizzero e’finalizzato ad andare in una duplice direzione: dare una grossa mano economica a Caiata per la gestione del club rossoblu e nel contempo conoscere dal sindaco Guarente se ci sono le condizioni per costruire nel capoluogo una cittadella dello sport con al centro il nuovo stadio. Per la verità già dai primi colloqui informali e telefonici con il loro rappresentante Donnarumma si e’ fatto cenno alla individuazione di un’ area comunale da destinare alla costruzione della città dello sport e si sarebbe pensato a Bucaletto. Discorsi che saranno ripresi e ovviamente approfonditi quando le parti in causa si vedranno de visu. Ma anche sul fronte  sportivo il presidente Caiata e Pasquale Donnarumma si sono già portati avanti con il lavoro se e’ vero, come e’ vero, che il prossimo allenatore del Potenza sarà Mario Somma che e’ fortemente  sponsorizzato da Donnarumma e che si e’ incontrato con il presidente Caiata a Potenza per abbozzare il progetto tecnico per la prossima stagione. Ricordiamo che Somma, voce tecnica delle dirette delle gare di serie C su Raisport, ha un ottimo rapporto con Caiata anche per via del fatto che Il centrocampista RIcci e’ suo genero e ha commentato diverse partite del Potenza tra le quali quelle recentissime con la Triestina e la Reggiana.Più  datato il rapporto con Donnarumma che lo assunse, alla guida del Potenza, nell’ ultimo anno della sua presidenza rossoblu. Somma fu poi esonerato da Piervito Bardi che aveva rilevato nel frattempo il Potenza dal”imprenditore salernitano e che lo sostituì  con Massimo Morales. Da quello che si saputo il gruppo  imprenditoriale svizzero lascerebbe la gestione sportiva a Caiata anche per progetti molto ambiziosi. A conferma di questa possibilità’, va segnalato che nei prossimi giorni verrà lanciata la nuova campagna abbonamenti. Mentre quella lanciata al buio un paio di mesi fa per sostenere il club rossoblu’, e’ stata ufficialmente chiusa.

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Lascia un Commento