L’ANGOLO ROSSOBLU’

0

giovanni benedetto

Oggi  i rossoblu hanno fatto un doppio pieno: hanno guadagnato tre punti a Pomigliano e hanno distanziato di altri tre punti la Cavese per la sconfitta rimediata al Donato Curcio di Picerno.

Una giornata quindi positiva e che ci permette, con gli otto punti di margine dalla seconda, di vedere con tranquillità le prossime otto partite.

La partita contro il Pomigliano non è stata  bella  ma la capolista ha meritato ampiamente il successo per avere realizzato il gol su calcio piazzato e per avere concluso altre quattro limpide azioni da rete di cui una  stampatasi sul palo. Il Pomigliano non ha creato molti pensieri a Bretza se non in un’ occasione che il portiere lucano è stato bravo a parare. Ma, come si diceva, dopo le positive notizie arrivate dal Curcio che annunciavano il ribaltamento del risultato in favore del Picerno, nonostante la squadra melandrina fosse rimasta in dieci per l’espulsione di un suo calciatore,  la vittoria del Potenza ha assunto una valenza notevole e forse tale da metetere una ipoteca sul campionato.

Ché dire oggi?  Partita anomala, con diverse occasioni “mangiate” ma abbiamo comunque messo a segno la vittoria.  Il realizzatore del goal di sblocco è stato Pepe di nome e di fatto. Ha infilato in rete su calcio di punizione con maestria e avrebbe meritato di insaccare anche un secondo micidiale  tiro che sfortunatamente è finito sul palo. Occasioni sprecate da più di qualcuno ma che non hanno inciso sul risultato finale. È stata una giornata calcistica ricca di eventi positivi grazie anche alla vittoria del Picerno sulla Cavese che ha fatto scivolone in classifica ….. e, come allegramente abbiamo cantato all’arrivo della squadra al Viviani, …… e se ne va, la capolista se ne va 🎼            Patrizia Rinaldi

 

Un altro bel passo in avanti per questo agognato  traguardo; non avendo visto e nè sentito li commenti della partita, dico soltanto che il potenza merita ampiamente  la promozione in quanto la squadra è forte in tutti i reparti, ha un allenatore che sa leggere la partita in determinati momenti, ha un presidente fantastico. È l”anno buono in tutti i sensi, con la dovuta scaramanzia chiaramente il potenza è a buon punto e, noi tifosi, dobbiamo avere la pazienza di aspettare  ancora un po per far esplodere la nostra gioia; un plauso anche al picerno che ha fatto in pieno il proprio dovere dopo alcune illazioni non proprie benevole dette nei confronti della squadra melandrina. Forza potenza.          Nicola Paciello

Io sono uno dei più acerrimi critici di Pasquale Arleo ma oggi gli devo fargli i miei complimenti soprattutto per la sua professionalità. Io ho spesso discusso Pasquale dal punto di vista degli atteggiamenti ma per quanto riguarda la sua bravura e la sua professionalità non c’è niente da dire. È uno dei tecnici più bravi della D e farebbe bella figura anche in C dove allenano molti somari. Grazie Arleo e grazie Picerno.          Vincenzo Cauzillo

I campionati si vincono con squadre che fanno bel gioco quando serve ma che fondamentalmente puntano al sodo..fortuna bravura e determinazione..sono ingredienti base per raggiungere obiettivi..il bel gioco spesso non ripaga perché si vince non prendendo gol prima di tutto e facendone uno più degli altri….come non importa..con Franca o grande intervento di Breza e soprattutto con una panchina che collabora incita subentra e vince..tutto grazie ad un gran e bravo allenatore ed un tifosissimo, innamorato, passionale Presidente…Forza Potenza come sempre e per sempre…

Nino Antonio Pomarico

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way
dell’ esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata.
Per vent’anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi.
Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata.
Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho
lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi
e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90,
attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Ho scritto articoli diffusi dai quotidiani la nuova e il quotidiano, inerenti la storia della
ricezione dei segnali televisivi in Basilicata dal 1954 ad oggi e la storia
della sede Rai di Basilicata nata nel 1959.
Collaboro col periodico di attualità e cultura, ” il messo” con sede redazionale ad Albano di Lucania e diretto da Gianni Molinari
Scrivo sul periodico ” Armonia” edito dall’associazione Rai Senior, un bimestrale nazionale destinato a tutti i dipendenti della Rai.


Lascia un Commento