LE FANTASIE DI MARGHE.

0

Dalla splendida Rivello

MARTINA MAROTTA

Oggi abbiamo l’opportunità di parlare di arte manuale con una esponente della collettività di Rivello. Margherita Renne vive a Rivello e qui, da diversi anni, apprezzano le sue piccole opere d’arte, tant’è che spesso viene consultata e messa a lavoro per la realizzazione di bomboniere o segnaposti per le feste importanti del paese.  Margherita è una persona affabile, che sa interagire con i suoi clienti e sa accontentarli per ogni piccolo particolare che le viene richiesto.

Foto 1

Passeggiando tra i vicoli della splendida Rivello le chiediamo come e quando ha iniziato a creare questi oggetti. “Ho cominciato circa 20 anni fa,” spiega Margherita “dopo anni di formazione ed esperienze varie nel settore sartoria e modellistica. Naturalmente prima creavo soprattutto vestiti e accessori moda, ma poi mi sono resa conto che avevo bisogno di creare cose diverse e soprattutto di dimensioni più contenute, perché questo era ciò che volevo e che mi rendeva felice e soprattutto soddisfatta.”

Foto 2

La curiosità ci assale e non possiamo non informarci su tecniche e materiali usati, anche per carpire qualche piccolo segreto che, come è giusto che sia, spesso caratterizza questi artigiani del bello. “Realizzo prevalentemente oggetti decorativi di dimensioni medio-piccole che possono variare da un semplice fermacapelli ad una borsa, dalla decorazione di un albero di Natale all’addobbo di intere sale o stanze, dei quali curo fino ai minimi particolari.” E continua “uso prevalentemente pannolencio e fommy, ma anche stoffe di ogni tipo, metallo, plastica e qualsiasi materiale ispiri la mia fantasia.”

Foto 3

Spesso gli artisti hanno difficoltà a vendere le proprie creazioni perché comunque vengono reputati figli della propria creatività, Margherita oltre che un’artigiana del bello spesso veste i panni di artista per cui, quasi sottovoce, le chiediamo quanto è grande il dispiacere quando deve separarsi da piccoli e preziosi oggetti da lei creati.  “Ogni creazione è quasi come una espansione della propria persona e personalità per cui distaccarsene dà sempre un attimo di ripensamento, ma poi penso che chi sceglie di comprarla lo fa perché cercava proprio quella e sa già dove collocarla per cui subito dopo sono felice.”

Seguiamo sempre l’argomento dei mercatini ed approfondiamo con Margherita un aspetto importante circa la situazione regionale della Basilicata. “I mercatini in Basilicata stanno prendendo sempre più piede e man mano che si prosegue si hanno sempre più consensi, per cui noi li affrontiamo con molta positività e voglia di continuare. Inoltre proprio questo crescente consenso ci sprona a dare sempre il meglio e fare sempre nuove cose per noi e per chi viene a visitare i nostri stand. Non mi sento di dare consigli perché si sa che quando le cose sono all’inizio si possono commettere degli errori soprattutto nell’organizzazione e nella gestione, però mi auguro che andando avanti ci siano sempre più spazio e considerazione per noi e meno problematiche per chi ci deve gestire.”

Foto 4

E prosegue sempre sull’argomento “in Basilicata manca soprattutto un po’ di considerazione per queste categorie, spesso veniamo sottovalutati. Non si dà pieno apprezzamento al fatto che comunque siamo degli artisti e come tali siamo unici, ognuno in quello che fa e nella propria categoria. Inoltre mancano degli spazi appositi dove posizionarci, spesso è dovuto alla conformazione del paese che ci ospita, ma altre volte al fatto che si dà priorità ad altro.”

Chiediamo a Margherita un suo parere su www.mercatinitalia.com anche perché la stessa ha già messo in rete gran parte del suo catalogo. “Penso che un portale come Mercatinitalia sia un’ottima idea, visto che ormai internet è il futuro, è giusto che anche noi ci adeguiamo a queste nuove vetrine che ci consentono di farci conoscere anche fuori dalla nostra regione.

Foto 5

Appena sono stata contattata ho voluto subito aderire proprio per questo e sono molto contenta che qualcuno abbia pensato di dare questo aggiornamento anche alla nostra categoria.”

Margherita ci saluta con un solare sorriso dandoci appuntamento per i prossimi mercatini autunnali e Natalizi, covid-19 permettendo. Sappiamo che sta realizzando tante cose nuove, nuovi modelli di cappellini, nuovi segnaposto, nuove bomboniere, bambole, fatine e così via. Siamo certi che la incontreremo e apprezzeremo ancora una volta la sua manualità. Buon cammino.

Martina Marotta

Foto 1: Fatina Marshmallow

Foto 2: Cappello rivisitazione anni ’30

Foto 3: Portachiavi

Foto 4: Centrotavola

Foto 5: Farfalla chiuditovagliolo/segnaposto

Foto 6: Puntale per albero di Natale   copertina     

Condividi

Sull' Autore

Martina Marotta

Nata a Prato (in Toscana), città dove vive ma spesso torna a Trecchina, paese di origine del padre. Laureata, in aprile 2020, presso l'Università di Firenze, in Progettazione e Gestione di Eventi e Imprese dell'Arte e dello Spettacolo (Pro. Ge. A. S.) con una tesi sulla Etnomusicologia Lucana. Inizia a scrivere versi e versetti già a 7 anni utilizzando come carta anche i muri di casa. Studia musica (suona chitarra, flauto traverso, flauto dolce, tastiere) e canto. Il Flauto Traverso, che studia da 8 anni, l’affascina in modo particolare. Ha vinto numerosi concorsi musicali riservato a giovani musicisti. Non si contano gli articoli a lei dedicati su riviste, quotidiani e tra le pagine del web. Importanti e famosi critici letterari Italiani, membri delle giurie dei Premi Letterari più prestigiosi, hanno scritto ottimi giudizi e motivazioni per i premi assegnati alle sue poesie dal Prof. Pier Franco Quaglieni alla Prof. Rina Gambini, dal Prof. Squirotti al Prof. Giuseppe Benelli, da Alessandro Quasimodo al Cav. Marina Pratici, a Marzia Carocci, a Roberta Degli Innocenti a Dalmazio Masini. Sin dall’età di 12 anni è stata più volte premiata “alla carriera” per alti meriti culturali. Martina è membro effettivo di alcune accademie letterarie italiane ed estere. Ad oggi, ha vinto 351 premi letterari e fra questo oltre 150 sono primi premi (oltre che in Italia anche in Svizzera, Grecia, Australia). Alcuni premi li ha vinti anche più anni consecutivamente. Fra i premi vinti Tropea: Onde Mediterranee, Poseidonia Paestum, Europa” (Lugano), Città di Salò, Il Trebbo, F. Pinzone, Prato: Un Tessuto di cultura, Via Francigena, Fratelli De Filippo (Torre del Greco – 2007) Voci, Città di Cattolica, Colle Armonioso, Carla Boero, Il Molinello, Trofeo del Bergamotto- Universum, Città di Aosta – Universum, La Lode, Un Momento di ….verso, Australia (Melbourne) Un monte di Poesia, Roma…in cerca di poesia, Città di Marta, Versilia, Leopardi, Surrentum, A. Belli, Decadramma d’Argento, Coluccio Salutati, Festival Europeo della Poesia (Atene), Thesaurus, Lago Gerundo, Perseo. Sono 130 le Antologie letterarie, in Italia ed all’estero, che hanno pubblicato sue poesie. E’ uscito nel febbraio 2010 il suo primo libro: "L’arcobaleno della III A" edito dalla Attucci Editrice di Carmignano con cui racconta, in versi ed in prosa, la sua esperienza scolastica, vissuta in una classe multietnica di una scuola elementare di Prato.. Un libro ricco di immagini poetiche e momenti di vita, di personaggi, ma anche di fatti che la rendono triste, come la guerra che ha i bambini come protagonisti, l’incendio di un bosco con la morte di un uccellino; un libro, dunque, che la vede poeta ma nello stesso tempo reporter della sua vita, di quanto le succede intorno e la consacra abile descrittrice della natura che la circonda Con decreto del Presidente della Repubblica del 23 settembre 2011 Martina, come si diceva, è stata nominata, per meriti letterari ed artistici, “Alfiere della Repubblica” dal Presidente Giorgio Napolitano. Il Comune di Prato, nel 2011, le ha conferito il “Gigliato d’Argento” per meriti letterari. E’ stato pubblicato, a fine ottobre 2013, il suo secondo libro "Io spero che … " fra la gente oltre l’Arcobaleno, edito dalla Attucci Editrice. Di questo libro Martina ne ha donato, comprandole e pagandole di tasca propria con i propri risparmi, 500 copie alla Croce Rossa Italiana, associazione presso la quale Martina svolge volontariato sia come operatrice socio sanitaria sia come operatrice di emergenza per la Protezione Civile Italiana. In occasione della presentazione del libro sono state consegnate a Martina la Medaglia del Presidente della Camera, Onorevole Boldrini, e la Medaglia del Presidente del Senato, Sen. Grasso, come riconoscimento per l’impegno sociale e civile della giovane autrice. Famiglia Cristiana le ha dedicato una recensione in occasione della presentazione del suo secondo libro parlando dei suoi scritti e delle sue attività poetiche, musicali e l’impegno nel sociale. A giugno 2014 la International University P.S.I. di Lugano le conferisce la Laurea Honoris Causa in “Impegno sociale e Solidarietà” . Sempre in Giugno 2014 viene nominata Vice Presidente Internazionale della Universum Giovani ed Accademico ad Honorem della Universum Academy Switzerland. Nel mese di Agosto 2014 sotto il patrocinio Internazionale della Universum Academy Switzerland e della Universum Giovani effettua, in Basilicata, la prima parte del Tour Poetico “Colori del Sud” che la vede protagonista nelle piazze e dinanzi a migliaia di persone. A fine agosto 2014 ritira a Lauria il Premio Mediterraneo 2014 destinato a persone che si sono distinte nella letteratura. Una importante affermazione. Ad ottobre 2014, a Lugano, le viene conferito il Premio Universum Donna 2014. Premiate con lei altre 9 donne provenienti da tutto il mondo che si sono distinte nella medicina, nella letteratura, nell’arte, nel diritto internazionale. Sempre a Lugano viene nominata Ambasciatrice di Pace della International University of Peace. Dall’autunno 2015 Martina è stata nominata Vice-Presidente del Centro europeo di Speleologia Marina (sede a Trecchina). Martina è in Facebook, alcune amiche, anch’esse scrittrici, hanno creato in Facebook il Fans Club Martina Marotta. La giovane artista ha un suo sito www.martinamarotta.it che aggiorna personalmente. Per scriverle martina@martinamarotta.it

Lascia un Commento