MARATEA, APPROVATO DAL GOVERNO LO STATO DI EMERGENZA

0

 Il Consiglio dei Ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza dell’evento franoso che si è verificato il 30 novembre scorso a Castrocucco, nel comune di Maratea. Per l’attuazione delle prime misure sono stati stanziati più di 1 mln di euro.

L’ Assessore alle infrastrutture Merra aggiunge inoltre che già lunedì prossimo è prevista la consegna in via di urgenza dei lavori per il ripristino delle condizioni di sicurezza della SS18 e dell’intera area colpita dal grave evento franoso del 30 novembre scorso. In questa prima fase si procederà con il disgaggio e la rimozione dei massi suscettibili di crollo, soprattutto in prossimità della SS18.

La durata di queste operazioni è stimata in circa di 40 giorni. Contestualmente alle attività in situ verrà sviluppato il progetto esecutivo per il ripristino della viabilità sull’arteria che sarà finalizzato alla ricostruzione dell’asse viario, insieme alla realizzazione di tre tratti in galleria, anche in funzione di protezione del percorso stradale.

La fase immediatamente successiva consisterà nella installazione di una rete di protezione a ridosso della rupe e lungo il versante su diverse sezioni, con il posizionamento di sensori in grado di monitorare e registrare qualsiasi movimento di natura gravitativa lungo tutto il costone, in tempo reale e 24 ore su 24. Inoltre, a garanzia della sicurezza delle maestranze che lavoreranno sulla strada e in seguito anche dell’utenza verranno posizionate barriere paramassi a monte dei tratti stradali su cui saranno realizzate le gallerie artificiali. Tale sistema passivo sarà ugualmente dotato di sensori di allerta che saranno mantenuti anche a opere compiute per la fruibilità ordinaria e la maggiore sicurezza dei cittadini che utilizzeranno l’arteria.

Con la dichiarazione dello Stato di Emergenza – ha concluso l’Assessore Merra – verranno incrementate le capacità operative e finanziarie per tutti gli interventi previsti e da attuare su Maratea, diretti al superamento definitivo delle varie criticità.

Giudizio critico dai verdi. Manuel Chiappetta , sostiene che nel comunicato stampa diramato da Palazzo Chigi ieri sera è evidente che Maratea è considerata  il fanalino di coda in termini di risorse riconosciute dal governo centrale per il contrasto degli eventi calamitosi avuti in Italia nell’autunno inverno scorso. Infatti pur avendo subito una criticità idrogeologica debilitante e difficilmente superabile in breve tempo, Maratea ha avuto lo stanziamento di risorse iniziali meno cospicuo di tutti. Per affrontare credibilmente l’emergenza della frana di Castrocucco occorre un impegno economico quantificato in venti milioni di euro circa, come può la Regione Basilicata, per altro in “esercizio provvisorio”, provvedere a tali esigenze??
Auspichiamo che i toni trionfalistici siano contenuti e che si ricordi degli impegni presi con la Comunità e con gli operatori turistici.
Le garanzie date in prima persona ai propri clienti che chiedono di frequentare Maratea nella prossima stagione, sono una pericolosa arma a doppio taglio per l’economia turistica di Maratea. Se le promesse fatte non si concretizzeranno a pieno avremo un danno d’immagine incalcolabile. Il Porto di Maratea è completamente lasciato ad una morte lenta, le promesse fatte nelle sedi istituzionali stentano a concretizzarsi, solleciteremo tutte le istituzioni intervenute al tavolo per la sicurezza portuale tenutosi presso la prefettura di Potenza, al completo rispetto degli impegni presi. La frazione di Marina di Maratea è completamente passata in secondo piano, anch’essa aspetta fiduciosa gli interventi promessi. Per una prospettiva credibile Maratea ha bisogno di altro, molto altro.

 

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi