OTTIMA PROVA DEL PICERNO CHE SUPERA IL CROTONE

0

ROCCO SABATELLA

Dopo due anni in cui il Picerno era uscito al primo turno dei play off per mano prima del Monopoli e poi del Potenza, finalmente al terzo tentativo la squadra di Longo riesce ad infrangere questo tabù e con il successo sul Crotone si qualifica al secondo turno in cui incontrerà in trasferta il Taranto di Ezio Capuano che ha pareggiato con il Latina. Anche la sfida tra il Cerignola di Raffaele e il Giugliano si è conclusa in parità, risultato che ha premiato i pugliesi che se la vedranno in trasferta contro la Casertana. Queste due gare si giocheranno sabato prossimo. Non è stata una vittoria facile per il Picerno che ha dovuto fare a meno di Murano alle prese con un problema fisico accusato contro la Juve Stabia. La partita è stata equilibrata fino al vantaggio del Picerno nato per un gravissimo errore in disimpegno di Gomez nella sua  età campo quando, nel tentativo di aprire il gioco per un compagno, ha servito invece Esposito che si è involato verso l’area avversaria e dal limite ha lasciato partire un gran tiro che è andato a morire all’incrocio dei pali. E si era esattamente a metà del primo tempo. Gol che ovviamente ha messo in discesa la gara per i lucani e ha reso ancora più complicato il compito al Crotone che doveva già vincere per qualificarsi e invece si è trovato in pratica nella condizione di un doppio svantaggio. A ciò bisogna aggiungere anche le scelte opinabili di Zauli che ha optato per una disposizione tattica diversa da quella che la formazione calabrese ha utilizzato in tutta la stagione. Con il 4/3/1/2 scelto per affrontare il Picerno, si sono verificate situazioni difficili per far fluire con ordine la manovra. La mancanza di un uomo d’ordine come Zanellato, tenuto in panchina per fare posto a D’Angelo, ha reso problematico la cucitura tra i reparti. E in più Tribuzzi, passato da esterno a destra a fare il terzo del centrocampo, è parso un pesce fuori di acqua. Come si è persa la spinta propulsiva sulla fascia sinistra del francese Giron che da quarto si è dovuto preoccupare di fare la fase difensiva e non ha potuto fare le discese che sono la sua specialità per servire i bomber  Gomez e Tumminello. Ma nonostante ciò il Crotone dopo dieci minuti di primo tempo ha sfiorato il vantaggio con un colpo di testa di Gomez che è uscito di un niente con il portiere di casa Summa che non avrebbe avuto la possibilità di intervenire. Con il vantaggio è stato facile per gli uomini di Longo gestire la gara e approfittare degli spazi che i calabresi concedevano. Nonostante ciò è stato il Crotone ad avere la palla del pareggio con l’ex rossoblù Giron che si è presentato solo davanti a Summa ma ha mancato clamorosamente la porta. Picerno comunque padrone delle corsie laterali dove a sinistra Esposito, migliore in campo e Novella hanno avuto la possibilità di sfondare e creare pericoli. Zauli è corso ai ripari ad inizio ripresa e ha inserito Zanellato e Rispoli per Leo e D’Angelo. E ovviamente si aspettava qualcosa di più dal Crotone per cambiare il destino della partita. Ma senza risultati apprezzabili perché è aumentato il nervosismo del Crotone, il Picerno in difesa non ha concesso niente e i calabresi hanno esagerato con tanti cross da trequarti campo sempre preda di Gilli e compagni. Per il Crotone un tiro centrale di Vinicius respinto da Summa e un colpo di testa di Tumminello che il portiere del Picerno mette in angolo. Picerno che opera in ripartenza e si crea buone opportunità non sfruttate per chiudere la partita. E sull’ennesima ripartenza arriva all’ultimo dei sei minuti di recupero il raddoppio di D’Agostino con un bel tiro appena dentro l’area che finisce all’angolino. Vittoria e passaggio di turno meritati e grande soddisfazione nel dopo gara di Longo per l’ottima prestazione della squadra. Sabato a Taranto sarà il Picerno ad avere un solo risultato, la vittoria, per continuare il suo cammino nei play off.
Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi