POETI LUCANI DI OGGI: DOMENICO FRIOLO

0

ODORE DI CANDELE ALLO SPEGNERSI
di Domenico Friolo
( Poesie sulla Lucania )

Ovunque le vie
di quel luogo bellissimo

invitavano
l’osservazione del dettaglio…

Le cime
si ammantavano di neve

dove l’uccello,
figlio delle vertigini,

sfidava e fendeva
venti gelidi e antichi.

Terra, dove il battaglio
dettava i tempi

e le acque dei fiumi
l’indizio di stagioni.

L’uomo ne seppe evitare
grovigli impantanati

percorrendo serre
dai rilievi panoramici

di natura selvaggia,
con rupi narranti storie

di chi, nel luogo
si avventurava al viverci

Terra, dove i legami affettivi
tra gli uomini,

sancivano la sicurezza
data dalla misericordia

che ognuno porgeva,
sapendo che un giorno,

sicuramente,
ne avrebbe tratto beneficio.

Terra, non buona ne cattiva,
fatta di purezza, insegnavi

a fare oggi il necessario,
e non rimandare al domani:

che saggezza atavica, porgevi,
e I bambini, imparavano

senza sapere di scuola,
osservando il ragno

tessere e poi predare
fieri, ne parlavano tra loro,

attenti ad animali rapaci,
all’agnello pacifico.

Sapevano difendere, proteggere,
quei bambini, di ieri,

e con piglio orgoglioso,
solennemente annuivano

contenti di sapere di essere
investiti dagli adulti

a responsabilità grandi,
che in fondo già attendevano:

fare quella esperienza
aveva un sapore di orgoglio,

che dava loro il piacere
di sentirsi già adulti.

Là, nella terra lucana…
Dove il sonno della sera,

non aveva bisogno di luci di candele,
ne di odore acro, del loro spegnersi.

—————————————————————-
TERRA EMARGINATAQuesta poesia racchiude il suo messaggio al futuro, tutto nell’ultima breve strofa, ed il resto le fa da contorno.
“”Dove la sera, non aveva bisogno di luci candele””. A sera non serviva l’energia CONTAMINANTE.
Metafora per indicare un tramontare malinconico di questa terra, dove la contaminazione, distruttiva, viene occultata in tutti i modi a discapito di moltitudini danneggiate come…
L’acqua , il suolo ed il sottosuolo, l’aria che respiriamo. Fattori che inducono allo spopolamento, all’abbandono, ad una rabbia controllata, ma che agita veemente il desiderio di vendetta, per condizioni che non avrebbero dovute verificarsi, in quanto la natura, gli uomini, meritano rispetto e non bugie che attestano un falso ormai evidente agli occhi e alle orecchie di tutti.

Novembre 2017 Domenico Friolo, Marburgo.

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento