POTENZA A PALERMO PER FAR DIMENTICARE

0

Giovanni Benedetto

L’incontro di domani contro il Palermo per il Potenza e la sua tifoseria assume un valore  al di là dello stesso risultato.  Non è l’importanza del Barbera, nè le migliaia di tifosi che assisteranno in tv all’incontro, nè il blasone dell’avversario: è che quello stadio darà un verdetto sulla consistenza della squadra rossoblu, sulla sua identità di squadra, sulla sua compattezza e determinazione a risalire la china: e’ la prova del nove per testimoniare che la squadra ha voglia di reagire, ha carattere. Come si sa, a Palermo, va in scena il recupero della seconda giornata di campionato, non disputato per problemi sanitari sopraggiunti in casa rossoblu. Agli assenti Salvemini e Zampa si sono aggiunti gli squalificati Cianci e Consonne, mentre è stato tesserato il portiere Richard Marcone che si è aggregato al gruppo a disposizione di Capuano.
Anche nel Palermo continuano alcune assenze di calciatori indisponibili o ancora in quarantena: Valente, Palazzi, Corrado, Lancini e Somma non faranno parte dei convocati per la partita di domani.
Altri, anche se a mezzo servizio, siederanno in panchina.
Roberto Boscaglia, allenatore dei rosanero, non ne fa un dramma, perché già la rosa che ha a disposizione gli ha dato soddisfazioni negli ultimi tre incontri, conseguendo tre risultati positivi di cui due vittorie.
Punti che hanno rasserenato il clima in casa Palermo, dopo un inizio balbettante per avere riportato 3 sconfitte e due pareggi.
Il Palermo è stato costruito per lottare al vertice e Boscaglia sta lavorando per recuperare il tempo perduto e spera, per Natale, di regalare ai tifosi il piazzamento di classifica che più si adatta al suo blasone.
Boscaglia, amico di Eziolino Capuano, pur con tutte le precauzioni del caso, domani vorrà tirare un tiro mancino proprio al suo compagno e collega lucano.
Gli undici rossoblù scendono al Barbera per fare dimenticare l’ultima prestazione contro la Vibonese, certo avrà alcune difficoltà in più, per le  numerose assenze, allo stesso tempo potrebbe rappresentare, per chi scende in  campo, la molla e l’occasione buona per riscattarsi da precedenti prove opache.
Sono quelle partite nelle quali gli scommettitori non avrebbero dubbi su chi puntare, ma c’è sempre la speranza di una sorpresa che, nel calcio, è sempre in agguato.
Il Potenza dovrà disputare una partita muscolosa e agonistica e se il mister riuscirà ad esplicare  la giusta tattica per bloccare le incursioni dei forti attaccanti Saraniti e Kanute’ è probabile che si possa uscire dal glorioso stadio palermitano a testa alta.

Paolo Bitonti della sezione di Bologna è il direttore di gara che arbitrerà la partita tra Palermo e Potenza. Gli assistenti saranno Amedeo Fine di Battipaglia e Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata; il quarto uomo sarà Daniele Rutella di Enna.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Rispondi