STRAGE DI SCHIAVI

0

Un’immagine del furgone chiuso, con a bordo otto extracomunitari che avevano finito di lavorare nei campi, dopo lo scontro con un tir carico di
pomodori, 4 agosto 2018. L’impatto è avvenuto sulla strada provinciale 105 tra Ascoli Satriano e Castelluccio dei Sauri, nel Foggiano, ed ha provocato la morte di quattro cittadini nordafricani che si trovavano sul furgone. ANSA/FRANCO CAUTILLO

Una mattanza organizzata dal caporalAto e della criminalita’organizzata. 16 morti e molti feriti gravi in due giorni. Migranti sotto schiavitu’ da anni gestiti da caporali bianchi e neri utilizzati da imprese, cooperative fasulle e consulenti che hanno trasformato l’industria del pomodoro in un luogo di sangue. Non sono bastate le nuove norme anticaporalato, le attivita’repressive. Permane e si allarga una cultura di estesa illegalita’ utilizzata anche da importati aziende di trasformazione e vendita con il ciclo dei padroncini del trasporto dei prodotti dove regna l’altra faccia dello sfruttamento feroce: migranti e italiani utilizzati come merce per settori ormai controllati dalla criminalita’organizzata per il massimo profitto”.
Lo dichiara in una nota Pietro Simonetti Presidente Coordinamento Politiche Migranti della Regione Basilicata:
“In questi ultimi mesi – prosegue la nota – le Regioni Basilicata,Puglia, Campania, Calabria e Sicilia, con i Prefetti Commissari di Foggia, S. Ferdinando e Castelvoturno hanno lavorato, per la prima volta, con la Commissione Europea ed i Ministeri degli Interni e Lavoro per un progetti denominato “Su. Pri. Me” per liberare 18mila migranti schiavi gestiti nei ghetti del Sud e non solo.
Adesso bisogna attuare le misure definite e strigere i tempi anche per fermare la strage in corso che sono l’esito delle condizioni di lavoro e di stanchezza dei lavoratori e degli autisti sfruttati e mal pagati.
Occorre, in pieno agosto, che sia convocato il Tavolo anticaporalato al Ministero degli Interni, con i Ministeri del Lavoro e Politiche Agricole, le Regioni e le Parti Sociali per le opportune decisione:l’emergenza non aspetta.
A livello locale ci aspettiamo che il Consiglio Regiinale mercoledi assicuri le risorse per aprire il Centro di Palazzo per stagionali.
Intanto stiamo lavorando, con le risorse assicurate dalla U. E. per i prossimi due anni con la piena collaborazione delle parti sociali e del Volontariato e con il grande sforzo delle Prefetture e delle Forze dell’Ordine anche per l’area Metapontina e Sud della Basilicata”

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento