Un ‘altra sconfitta per il POTENZA. La Juve Stabia supera per 2-0 la squadra ROSSOBLU.

0

vittorio basentini

POTENZA: Marcone,Conson,Boldor,Zampa,Sandri (76’Juliano),Coccia,Panico,Coppola (50’ Viteritti), Compagnon, Cianci (54’ Volpe), Ricci. All.E.Capuano.

Juve Stabia:Tomei,Codromaz,Allievi,Vallocchia,Trohest,Berardocco,Scacabarozzi,Bobo, Fantacci (83’ Golfo, 91’ Guarraccio)), Romero (68’ Bubas), Orlando (68’ Ripa).All. Padalino.

Arbitro: Cudini di Fermo.

Reti: 31’ Orlando, 76’ Bubas.

Ammoniti: Coppola, Trohest,Sandri.

Angoli: 3-4 ; Recupero: 4’ s.t.

Dopo due anni e tre mesi il Potenza ritorna allo “Stadio Menti” di Castellammare per la disputa della quindicesima giornata del campionato di Serie C -Girone C- Stagione calcistica 2020-21.

Nell’ultima partita disputata dal Potenza al Menti, il 25 settembre 2018, la Juve Stabia travolse la squadra rossoblu di Mister Ragno per 4-0, con un gol annullato ai campani  dopo 22 secondi di gioco ed un penalty non realizzato per la parata del portiere rossoblu Ioime; insomma una sonora sconfitta cha ancora oggi brucia per i colori rossoblu.

Juve stabia, squadra retrocessa dalla serie cadetta e ambiziosa di vincere il campionato di serie C anche se alla data odierna leggermente indietro rispetto a Ternana e Bari; Potenza, invece, reduce da cinque sconfitte della gestione Capuano, fra le quali le due ultime consecutive partite perse al Viviani contro Avellino e Viterbese.

Formazione stabiese che ha riposato la scorsa giornata e che ripropone il consueto modulo 4-3-3 adottato da Mister Padalino.

Di fronte un Potenza che, nonostante il cambio dell’allenatore da Mario Somma ad Eziolino Capuano, naviga nella zona play-out, con contestazione dei tifosi verso il Patron Salvatore Caiata nell’ultima gara persa al Viviani con la Viterbese.

Potenza disposto in campo inizialmente con il modulo del 3-5-2 con due punte Cianci, capocannoniere del torneo con 10 reti segnate, e Ricci, leggermente indietro, ossia formazione potentina alquanto abbottonata con l’intendo di portare a casa un punto.

In formazione il giovane Sandri, classe 2001, di provenienza Torino, che ritorna titolare per effetto della squalifica di Di Livio.

Prima dell’inizio della partita minuto di raccoglimento in memoria di Paolo Rossi, fuoriclasse centravanti della Nazionale Italiana di calcio del Mundial 1982, uno dei cinque palloni d’oro italiani.

Primi dieci minuti di studio fra le due squadre; più offensiva la Juve Stabia essenzialmente lungo la fascia sinistra con manovra impostata sul velocissimo n.11 Orlando, di provenienza scuola L.R.Vicenza, una vera spina nel fianco per la difesa potentina.

Dal 15’ al 29’ supremazia territoriale della squadra rossublu del Potenza che al 18’ impegna severamente il portiere  avversario Tomei con un gran tiro dal limite di Zampa.

La formazione stabiese riprende dal 30’ le redini della partita a centrocampo ed infila la porta di Marcone, complice una deviazione di Coppola, rete, però, che viene annullata per un evidente fuorigioco del centravanti Romero.

Dopo un minuto, ossia al 31’ vantaggio stabiese su corale azione dalla fascia destra del centrocampo: la mezzala Fantacci serve con un preciso diagonale il solito Orlando, nell’occasione sfuggito sia a Coccia che a Conson, il quale in velocità penetra in area potentina ed infila con un preciso tiro il portiere rossoblu.

Al 33’ Juve Stabia vicina al raddoppio con un forte diagonale, sempre di Orlando, che sorvola la traversa della porta rossoblu.

Squadra potentina in netto affanno dove il centrocampo ha subito l’intensità e la velocità dei centrocampisti stabiesi.

La prima fase di gioco si chiude con il risultato di 1-0 per la Juve Stabia.

Ad inizio del secondo tempo le vespe si sono limitate a controllare il gioco attraverso una fitta ragnatela del centrocampo, legittimando il vantaggio con un paio di occasioni che potevano portare al raddoppio.

Sostituzioni nel Potenza : al 50’ Viteritti sostituisce un opaco Coppola, peraltro ammonito nel primo tempo ed al 54’ infortunio a Cianci sostituito con il giovane 2002 Volpe.

Al 60’ altro insidioso tiro di Zampa del Potenza con palla di poco fuori dalla porta stabiese.

Sostituzioni anche nella Juve Stabia: al 68’ doppio cambio con l’argentino Bubas e l’esperto Ripa in sostituzione rispettivamente di Romero ed Orlando.

Ancora sostituzione nel Potenza : fuori Sandri, autore di una buona prestazione, ed in campo l’italo-brasiliano Juliano, oggi apparso dinamico con buoni lanci dalla mediana di centrocampo.

Al 76’ raddoppio stabiese: Coccia perde una palla sulla fascia sinistra, assist di Ripa per Bubas che segna con un bel tiro in diagonale.

La partita termina con il risultato di 2-0 per le vespe.

Partita giocata essenzialmente a centrocampo; più pericolosa la squadra di Mister Padalino, la cui manovra è apparsa più dinamica rispetto a quella del Potenza, con controllo senza difficoltà della partita.

La Juve Stabia, infatti, ha dimostrato di essere una buona squadra, tecnicamente valida, dal buon palleggio, con una discreta impostazione di gioco, buon centrocampo, essenzialmente cinica nelle conclusioni.

Ancora una sconfitta per il Potenza, relegato al penultimo posto in classifica.

Primo tempo disputato dalla formazione rossoblu con discreto impegno e buona intensità fino al 30’; non soddisfacente, invece, il secondo tempo dove è affiorato un centrocampo confusionario e privo di idee offensive ed un attacco infruttuoso.

Insomma ancora una volta un Potenza prevedibile nella manovra e che in fase offensiva ha prodotto solo i due tiri di Zampa dal limite, uno nel primo tempo e l’altro nel secondo tempo.

Per la squadra di Capuano un viaggio di ritorno senza punti, in attesa della disputa delle due ultime partite del girone di andata, la prima al Viviani contro il Catania dell’ex allenatore Giuseppe Raffaele e poi difficile trasferta a Monopoli.

Da dire, comunque, che non tutto è perduto e che il tempo per recuperare esiste ancora.

Risulta, pertanto, necessario ricorrere ai ripari con l’innesto a gennaio di validi rinforzi in difesa e soprattutto a centrocampo, per una pronta ripartenza nel girone di ritorno ed al fine di evitare la zona play-out.

Si confida molto nell’esperienza e competenza di Eziolino Capuano.

FORZA  POTENZA !

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Rispondi