LA SICIGNANO-LAGONEGRO AL SERVIZIO DELL’ALTA VELOCITA’

0
Nel rapporto Pendolaria 2024 di Legambiente, relativo al trasporto ferroviario nazionale, al capitolo: “Gli altri progetti dannosi per l’ambiente e l’economia”, c’è un paragrafo, alle pagine 42-43, dedicato alla linea AV/AC SA-RC. Dalla sua lettura si desume, chiaramente, che l’accettazione delle proposte del Comitato riattivazione ferrovia Sicignano-Lagonegro: 1. RIAPERTURA al traffico COMMERCIALE della linea Sicignano-Lagonegro; 2.INTERCONNESSIONE della linea Sicignano-Lagonegro( al km 51+400) con la linea AV SA- RC, a Polla; 3: INTERCONNESSIONE della linea AV SA-RC con la linea storica Battipaglia-Potenza all’altezza di Romagnano Sud; 4. REALIZZAZIONE della stazione AV, nel Vallo di Diano, ad ATENA LUCANA, al km 60 della nuova linea AV, in corrispondenza della parallela( 200 metri di distanza) linea Sicignano-Lagonegro, onde consentire COINCIDENZE garantite e protette ai passeggeri che acquistano biglietti ferroviari CUMULATIVI: Treno Regionale + Treno Alta Velocità, rispettando il Regolamento UE 782/2021 sui Diritti dei passeggeri ferroviari, rappresenti l’unico modo per far si che la realizzazione della tratta AV Battipaglia-Praja a Mare NON venga più considerata un’opera infrastrutturale dannosa per l’ambiente e l’economia ma, al contrario, generatrice di sviluppo per i 156.000 abitanti dell’ Area Interna: Basilicata Meridionale, Vallo di Diano ed Alburni, ovvero il bacino di utenza della linea Sicignano-Lagonegro.
PARTENDO DALLA POSIZIONE ASSUNTA DAL COMITATO PER LA RIATTIVAZIONE DELLA SICIGNANO LAGONEGRO- A SERVIZIO ANCHE DELL’ALTA VELOCITA’ TRA ROMAGNANO E Praia a Mare, il consigliere Leggieri chiede al Governo regionale di esprimersi su questa questione. In anni interrogazione al presidente della Giunta, Vito Bardi, per conoscere “le volontà del Governo regionale circa l’Ordinanza n. 1, sottoscritta dalla Commissaria Straordinaria di Rete Ferroviaria Italiana (RFI), per l’approvazione del progetto definitivo della tratta Alta Velocità Romagnano-Praia a Mare”. “Un progetto – dice Leggieri – che avrà un impatto grandissimo sul territorio della Basilicata Meridionale e coinvolgerà 90 mila abitanti in 33 Comuni, tutti ricadenti nel bacino d’utenza della linea Sicignano-Lagonegro.  Tale progetto dovrà essere approvato d’Intesa con i Presidenti delle Regioni territorialmente competenti”. “Sono cinque le proposte per una nuova mobilità regionale – continua Leggieri – avanzate dal ‘Comitato riattivazione ferrovia Sicignano-Lagonegro’ e tutte e cinque contenute nel ‘Rapporto Pendolaria 2024’ di Legambiente, appena presentato. Tra queste, vi è innanzitutto quella finalizzata alla riapertura del traffico commerciale della linea storica Sicignano-Lagonegro, lunga 78 km e sospesa dal 1987, e alla messa in sicurezza del tracciato”. “Il secondo intervento – puntualizza Leggieri – riguarda l’interconnessione della linea Sicignano-Lagonegro(km51+400) con la nuova linea AV/ AC; mentre il terzo prevede un’altra interconnessione, stavolta a Romagnano Sud (SA), tra la linea AV/AC Salerno-Reggio Calabria e la linea Battipaglia- Potenza, per realizzare collegamenti diretti, con Treni Regionali, da e per Potenza-Lagonegro”. “Lo stesso Comitato, presieduto dal dott. Rocco Panetta, propone anche la realizzazione della stazione AV, nel Vallo di Diano, ad Atena Lucana, per consentire ‘coincidenze’ garantite e protette ai passeggeri che acquistano biglietti ferroviari cumulativi (treno regionale + Alta Velocità), consentendo così il rispetto della normativa europea. Risulta fondamentale, infine, la rigenerazione e il restyling delle stazioni – sostiene Leggieri – anche per la capacità di attrarre più turisti, nonché la creazione di un servizio ferroviario espresso regionale, con orari cadenzati e treni moderni”.

 

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi