Amichevole AMARCORD 1991 POTENZA-FOGGIA

0

25.04.1991- STADIO VIVIANI –

Amarcord Amichevole POTENZA –FOGGIA 4-1

di Vittorio Basentini

POTENZA :Mancini (65’ Bozzini), Lauretti,Marrocco,Torlo (65’ Bruno), Scognamiglio,Colonnese,Torti (65’ Casale), Marrazzo( 46’ Crucitti), Cuofano,Vessella,Antonicelli (46’ Boccia). All.Di Somma.

FOGGIA:Zangara,List,Codispoti(23’Napoli),Manicone(46’Lopolito),Porro,Grandini,Rambaudi(46’Ardizzone), Caruso (Genco),Baiano(46’Casale),Barone,Signori(46’ Di Corcia). All.Z.Zeman.

Reti: 5’Caruso,22’ Torlo,58’Colonnese, 78’Caruso,85’Boccia.

Arbitro: Mitro di Potenza.

 

Una formazione del Potenza –Ediz.1990-91-

In piedi da sinistra: Scognamiglio,Crucitti,Lauretti,Costa,Mancini,Antonicelli

Seduti da sinistra: Torti,Boccia,Casale,Marrocco,Marrazzo.

Nell’annata calcistica 1990-91 Amichevole di lusso al Viviani, a poche giornate dalla fine del campionato, fra il Potenza di Di Somma ed il forte Foggia di Zeman.

Il Potenza nella stagione 1990-91 partì con l’intendo di vincere la C2, ma disputò una stagione travagliata con il cambio dell’allenatore nel corso del torneo, infatti a Di Somma subentrò Nello Santin e poi ancora Di Somma.

Insomma una stagione altalenante riuscendo a conservare la permanenza in C2, per programmare la risalita in C1 l’anno seguente sempre con l’allenatore Di Somma fortemente voluto dal Presidente Sandro Geraldi, come poi avvenne.

Il Foggia, invece, riportante sulla maglia la dicitura dello sponsor Banca Pescopagano, iniziò il famoso corso dell’era di Zeman, la cosiddetta “Zemanlandia”, vincendo alla grande il Campionato di serie B  per poi proseguire il grande percorso in serie A negli anni seguenti con Presidenza del Patron Casillo, nativo di San Giuseppe Vesuviano, imprenditore del grano del Tavoliere delle Puglie.

La partita amichevole del Viviani, visti i buoni rapporti fra le due società, venne concordata in considerazione del fatto che il Foggia, per la delicata trasferta di Lucca la domenica successiva, aveva pianificato un’ amichevole lungo il percorso fino a Lucca ed anche per visionare alcuni giovani promettenti nelle fila della squadra rossoblu (Colonnese, Marrocco, Vessella, Bozzini).

Ad onor di cronaca la domenica successiva il Potenza venne sconfitto per 1-0 dalla San Giuseppese in terra campana, mentre il Foggia perse per 2-0 a Lucca contro la Lucchese.

Dopo tale stagione calcistica, come tutti sappiamo, iniziò la grande carriera di Ciccio Colonnese, il quale l’anno seguente -stagione 1991-92- disputò il campionato di C1 nel Giarre, squadra siciliana con allenatore Angelo Orazi, ex giocatore anni settanta di Roma e Verona, ed allenatore l’anno seguente ‘92-93 del Palermo in C1 dove vinse Campionato e Coppa Italia.

Formazione del Foggia –Serie B-Stagione 1990-91-

Analizziamo la partita del Viviani.

Diciamo subito che la formazione rossoblu giocò una bella partita, per niente intimorita dai più blasonati avversari.

Diversi elementi del Potenza si impegnarono per fare bella figura difronte al maestro Zeman e, perché no, con l’aspirazione di giocare o perlomeno far parte il prossimo anno di una squadra di serie A.

Il primo tempo della partita terminò in parità 1-1 grazie alle reti del foggiano Caruso e del pareggio di Torlo, il quale segnò con un bel diagonale al limite dell’area su passaggio del trequartista napoletano Vessella, in grande evidenza.

Gran movimento e buone giocate da parte del tridente di attacco rossonero Rambaudi, Baiano ed il velocissimo Peppe Signori con la regia del regista Barone.

Nel secondo tempo il Foggia, diciamo pure con le seconde linee della rosa, impegnò il Potenza nel primo quarto d’ora, poi il Potenza con il subentrato Paolo Crucitti al posto di Marrazzo, riuscì ad avere supremazia territoriale a centrocampo e rifilò tre reti alla difesa dei satanelli prima con Colonnese, poi il rossoblu Casale ed infine con l’opportunista biondo attaccante Boccia, anch’egli in buona forma.

Difesa del Foggia, alta e lenta nell’applicare la tattica del fuorigioco come voleva Zeman, difesa che accusò senz’altro l’assenza del portiere titolare Franco Mancini, sostituito nell’occasione dal portiere di riserva Zangara, apparso smarrito dalle veloci azioni in contropiede del Potenza.

Nel Foggia nel secondo tempo giocò il picernese Stefano Casale al posto di Baiano, peraltro ben controllato da Scognamiglio e Colonnese e l’esterno destro Genco che passò al Potenza verso la fine degli anni novanta in serie D dopo il secondo fallimento.

Soddisfazione da parte del club potentino, sorrisi e piena fiducia nell’ambiente dei satanelli per il proseguo del campionato cadetto che terminò successivamente con la meritata promozione del Foggia nella massima serie.

Perfetta direzione di gara da parte dell’arbitro Vincenzo Mitro di Potenza, ex Direttore Generale del Picerno.

Classifica finale C2-Anno 1990-91-

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1.  Ischia Isolaverde 46 34 16 14 4 32 15 +17
2.  Acireale 45 34 15 15 4 41 27 +14
3.  Sangiuseppese 38 34 11 16 7 31 21 +10
4.  Lodigiani 38 34 11 16 7 32 25 +7
5.  Vigor Lamezia 38 34 11 16 7 38 37 +1
6.  Atletico Leonzio 36 34 8 20 6 35 22 +13
7.  Pro Cavese 36 34 9 18 7 30 28 +2
8.  Latina 35 34 10 15 9 28 26 +2
9.  Astrea 35 34 10 15 9 37 37 0
10.  Potenza 34 34 9 16 9 22 26 -4
11.  Savoia 33 34 11 11 12 38 30 +8
12.  Formia 33 34 9 15 10 24 29 -5
13.  Turris 32 34 6 20 8 26 28 -2
14.  Castel di Sangro 30 34 8 14 12 31 32 -1
15.  Kroton 29 34 7 15 12 22 38 -16
16.  Enna 27 34 7 13 14 27 40 -13
17.  Celano 25 34 3 19 12 21 35 -14
18.  Ostia Mare 22 34 4 14 16 25 44 -19

 

Saluti a tutti.

FORZA POTENZA .Vittorio Basentini

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Rispondi