ARRIVA LA CASERTANA: IL POTENZA VUOLE INIZIARE ALLA GRANDE

0

rocco sabatella

Con il rispetto delle date già stabilite da tanto tempo, comincia oggi il campionato di serie C. Sicuramente molti passi in avanti sono stati fatti quest’anno rispetto alla caotica partenza della stagione scorsa che fu contraddistinta da una serie infinita di ricorsi e controricorsi che causarono un percorso alquanto bizzarro e che minò la regolarità del campionato. Al contrario questa stagione è stata sicuramente organizzata meglio dalla Lega Pro che ha risolto tutti i problemi per tempo in modo che non ci fossero ritardi nel dare il via al campionato. Di situazioni appese da risolvere ne rimane una soltanto e attiene al ricorso della Federcalcio al Tar per la vicenda del Cerignola che chiede di essere ammesso in serie C, in seguito alla sentenza del tribunale sportivo del Coni. Il Tar si pronuncerà il 9 settembre prossimo. Per intanto il Tar ha accolto la richiesta della Federcalcio di far partire regolarmente il campionato per preservarne la regolarità e questo, crediamo, non è stato un bel segnale per la società pugliese. Per cui è quasi certo che il verdetto definitivo del 9 settembre darà ragione alla F.I.G.C e sancirà la non ammissione del Cerignola alla serie C lasciando il format del terzo campionato italiano a 60 squadre. Questo ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutte le società che temevano un rinvio dell’inizio del torneo. E allora si comincia regolarmente oggi e il Potenza fa il suo esordio al Viviani affrontando la Casertana con inizio fissato per le ore 17,30. Con l’intenzione, per niente nascosta, di voler partire, decisamente, meglio rispetto allo scorso torneo che ha visto il ritorno del Potenza in serie C. Dopo il positivo rodaggio effettuato con la partecipazione alla Tim Cup prima con il Lanusei e poi con il Pisa, adesso si fa sul serio.” Sappiamo che adesso è necessario puntare a fare i punti per prendere fiducia e autostima nelle nostre possibilità- sono le parole di Raffaele nel corso della prima conferenza stampa stagionale. Abbiamo fatto una buona preparazione, abbiamo conservato la nostra identità di gioco e per i nuovi è stato abbastanza semplice inserirsi in questo contesto già rodato. Da oggi dobbiamo cominciare a pensare ai punti e a raccoglierne il massimo a partire dall’impegno con la Casertana. Che è una squadra con valori tecnici alti, ha conservato i migliori elementi della scorsa stagione e li ha integrati con elementi di categoria. E’ un avversario indubbiamente duro da affrontare, come lo saranno nel prosieguo anche Ternana e Catania e tutte le altre. Allo stesso tempo devo però rimarcare che anche gli avversari dovranno temere e rispettare la nostra forza. Ripartiamo oggi con le stesse ambizioni che ci hanno spinto a fare qualcosa di straordinario l’anno scorso. Ma dobbiamo ripartire non pensando che se non miglioriamo il quinto posto abbiamo fallito. Il nostro primo obiettivo è arrivare a 42 punti, poi un altro step per i 50 punti e successivamente porci il traguardo di andare oltre. Il torneo è davvero molto duro perché ci sono 6/7 squadre che possono fare la serie B con ambizioni importanti. A cominciare da oggi dobbiamo cercare di ottenere il massimo da ogni impegno. Anche per continuare a migliorare il nostro rendimento per arrivare poi al top della condizione. Che non è al massimo e questo riguarda un po’ tutte le formazioni. Sono molto soddisfatto dell’organico che abbiamo costruito anche se gli infortuni contemporanei di Franca e Jukic ci stanno creando qualche problema. E per questo che ho chiesto alla società uno sforzo per un altro attaccante perché non dobbiamo fare l’errore di un recupero affrettato degli infortunati. Dobbiamo essere in grado di superare bene l’emergenza visto che abbiamo solo Murano come punta centrale. Tra me e la società non c’è nessuna divergenza di vedute e il confronto quotidiano con il presidente Caiata prosegue sempre molto bene”. Fin qui Raffaele che ha torchiato a dovere la squadra nel corso della settimana soprattutto sul piano degli schemi, delle giocate e dei movimenti da fare in tutte e due le fasi.  Ad eccezione, come è ormai noto di Jukic e Franca che ne avranno ancora per un mese, tutti disponibili compresi Arcidiacono che ha accusato un lieve fastidio al tendine della caviglia e Longo che ha ripreso a lavorare giovedi dopo l’influenza. Si parte dalle certezze visto che potrebbero essere sette o otto i reduci della formazione della stagione scorsa. Raffaele si affida, come è ormai consuetudine, al 3/4/3 ma si porta dietro qualche ballottaggio  per alcuni ruoli. Il primo riguarda la porta dove Breza e Ioime hanno le stesse possibilità di partire titolari. In difesa sembra scontato il tridente formato da Silvestri, Giosa ed Emerson mentre in mezzo al campo vanno Dettori e Juliano. Sulle corsie sicuri Viteritti a destra e Panico a sinistra. In attacco l’unico sicuro del posto è Murano apparso in evidente progresso di condizione nel test di domenica scorsa contro l’Altamura. Ai suoi lati Arcidiacono, Ferri Marini, Isgrò e Ricci si contendono gli altri due posti. Ma è ovvio che chi andrà in panchina potrà dare il suo contributo importante nel corso della partita. Arbitrerà la gara con la Casertana il signor Gualtieri di Asti. Intanto nessuna novità dal mercato per la punta invocata da Raffaele. E’ fallita la trattativa per portare Ogunseye in rossoblù a causa delle esose richieste economiche dell’Olbia che ha indotto, saggiamente, il Potenza a desistere dal proseguire i contatti. Se ne riparlerà nella prossima settimana, ultima del mercato, per cercare di accontentare Raffaele e trovare la giusta occasione.    

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento