BARDI ALLA PROVA DEL PIANO STRATEGICO

0

E’ stata distribuita ai consiglieri la premessa del piano strategico regionale, sotto forma di un documento che definisce gli obiettivi e le azioni che permettono ad un tempo di ricucire la basilicata, rilanciarla sul piano produttivo , agganciandosi agli assi strategici del recovery plan, di imminente varo nazionale. dalla discussione che si prepara al consiglio sapremo la direzione che Bardi intende intraprendere e il disegno complessivo che intende realizzare, ma soprattutto le scelte prioritarie che vuole fare. Perchè il discorso è tutto lì: nell’ordine che si intende dare alle cose e che dovranno essere realizzati nei prossimi 6 -7 anni. Tutto il resto serva per fare un bel disegnino da mandare a futura memoria, come dimostra il poderoso elenco di opere incompiute, o realizzate per tratti, o accantonati in un cassetto insieme agli investimenti non ancora spesi. L’interesse è notevole su questo punto, perchè dalla cronologica definizione delle priorità si può capire quale è il vero pensiero della Giunta sulla direzione da dare allo sviluppo: se agevolare prima l’unificazione interna dei territori , in maniera da creare uno sviluppo di rete, oppure se pensare  ad opere che piacciono molto ad alcuni notabili zonali per ampliare le loro fortune elettorali.  Non v’è dubbio che sia sul piano sociale, come su quello economico, il futuro della Basilicata si lega alla capacità di far rimanere le persone sul posto , mettendo fine al pauroso spopolamento dei centri interni, cui nessuna politica può giovare quanto l’uscita dall’isolamento fisico: è il caso dei territori del Sarmento, del Sinni e del Pollino, che con una rete viaria efficace possono esprimere le notevoli potenzialità ambientali e turistiche di cui dispongono. Va in questa direzione, come ha giustamente sottolineato il consigliere Perrino del Movimento Cinquestelle, il completamento della Murgia-Pollino, un porgetto che figurava già nel contratto di programma 2016-2020 firmata da Pittella e Renzi e che destinava  ingenti somme al completamento integrale di questa arteria. Un apriorità assoluta se si guarda a come metetre in sintonia i territori più interni, come priorità assoluta è il tratto che unisce la basentana alla saurina attraverso laurenziana-Corleto   e che potrebbe essere il passo decisivo per la trasversale che unisce il Tirreno con l’adriatico.  Queste sono le necessità considerate indispensabili e che non possono essere abbandonate solo perchè il cambio di una classe dirigente porta debiti politici da onorare in questa zona o in quest’altra. La gente valuterà questa stagione anche dalla capacità di porsi al di sopra della politichetta delle convenienze e dei trofei di paese. Io ho fiducia che questa grande occasione non sarà persa, come ho fiducia che la comunità lucana, nel momento in cui perde la speranza del futuro, saprà farsi sentire sul terreno della democrazia. ROCCO ROSA

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi