Caiata esonera mister Gallo e il suo staff

0

Giovanni Benedetto

Forse è il momento più buio della gestione Caiata.
Con la riconferma di Gallo e del suo staff, e la riconferma di gran parte dell’organico che ci consentì la risalita in classifica del precedente campionato, sembrava di avere allestito una rosa che ci avrebbe consentito una salvezza tranquilla. Siamo invece nel momento più buio della gestione Caiata. Una situazione in parte prevista da molti tifosi che avevano osservato  con diffidenza la qualità tecnica della rosa allestita in estate.
L’assenza di un centromediano metodista, per intenderci , e di un paio di attaccanti di valore, è stato il mantra di tutto il precampionato.
A distanza di qualche mese possiamo affermare che i risultati hanno dato ragione a chi evidenziava queste carenze.
La società, dal canto suo, in più occasioni, pur condividendo le perplessità della critica, aveva le mani legate a ritornare sul mercato, per ovvi motivi di sovrabbondanza di organico.
E così siamo rimasti alla finestra puntando sui calciatori di famiglia.
Quando i problemi non si affrontano , o si risolvono, fortunosamente, da soli o si ripresentano a distanza in maniera dirompente.
Ed è proprio quello che sta succedendo in casa Potenza: il verdetto è implacabile, sette punti in 10 partite sono una perfetta media retrocessione.

Previsioni errate e speranze disattese, tanto da costringere nella tarda mattinata di oggi, la Società, Caiata in persona, ad assumere decisioni drastiche: le dimissioni di Gallo e del suo staff.
D’altronde lo stesso Gallo, su cui la piazza ha sempre contato per l’impegno e la professionalità che lo contraddistingue, ha fatto di necessità virtù.
Le ha provate tutte, e al netto anche di assenze importanti: tra lungodegenti, indisponibili e squalificati, sopratutto nelle ultime partite, ha mandato in campo quasi tutti gli uomini a disposizione per trovare la formula vincente.
Niente da fare: il connubio Gallo-calciatori, non ha portato i frutti attesi, e finisce proprio alla vigilia di un’altra partita importante per la nostra sopravvivenza, quella casalinga contro la neopromossa Latina.
Da domani si volta pagina, e quando al capezzale di un ammalato arriva un medico nuovo, si spera sempre che davanti alle stesse patologie,  trovi sempre una medicina alternativa.

La sostituzione è stata immediata è già in giornata è arrivato col suo staff a Potenza, Bruno Trocini, che nel pomeriggio ha diretto il primo allenamento.

Bruno Trocini

Bruno Tricini, cosentino di nascita, da giocatore è stato un centravanti che ha calpestato prevalentementi campi di serie C.

Da allenatore ha guidato per quattro anni il Rende e per tre anni è stato a Francavilla Fontana.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Rispondi