COME PROCEDE IL LIFTING DEL VIVIANI

0

Giovanni Benedetto

Il Viviani è diventato un cantiere aperto e ciascuna ditta ha i tempi imposti per rispettare le date delle consegne e dei collaudi per ottenere le relative autorizzazioni all’utilizzo delle singole strutture.

Si lavora su più fronti: dall’abbattimento della vecchia recinzione prospiciente la gradinata, mai aperta al pubblico,  all’installazione delle due torri provvisorie per adeguare l’illuminazione in notturna secondo il disciplinare tecnico della lega.

Mezzi in opera al Viviani

A breve inizieranno i lavori all’interno degli spogliatoi che consisteranno in un rinnovo totale dei locali e degli impianti tecnologici; è prevista, tra l’altro, oltre alla sala stampa, una sala attigua riservata al lavoro dei giornalisti e all’invio presso ciascuna redazione di fax e file.

Ci sono da sistemare ancora i tornelli e la zona di prefiltraggio.

Sono stati montati l’impianto di videosorveglianza e la centrale operativa, un prefabbricato antistante l’area degli spogliatoi, dove sono collocati i monitor e gli spazi per il personale addetto alla sicurezza per visionare e controllare tutti i settori dello stadio.

Spazio per la nuova torre fari

Le due torri che sostengono i riflettori per portare i lux a 500 sono state sistemate una dietro il centro della tribuna distinti e l’altra nello spazio vuoto tra i distinti e la piccola gradinata che sarà riattivata.

Al Viviani non ci sono solo lavori di grossa entità, ma tanti, in economia, che si sono resi necessari in corso d’opera.

Per l’aumento di potenza richiesto per l’alimentazione notturna dello stadio, l’ente fornitore dell’energia ha imposto la fornitura in media tensione obbligando il Comune di costruire una cabina di traformazione Mt/Bt per alimentare le torri faro con linea trifase a 400 V; sembra sia prevista l’installazione di un nuovo gruppo elettrogeno di potenza adeguata all’aumentato assorbimento di corrente.

Nuova sala stampa

Saranno sistemati all’altezza dello spazio esistente tra le due gradinate quindici posti coperti a terra per i diversamenti abili, altri lavori saranno effettuati nella nuova tribuna stampa collocata alla sommità dei distinti per rendere più ospitale la struttura.

Per favorire il ritiro della squadra al Viviani saranno sistemati due prefabbricati provvisori che fungeranno da spogliatoi.

I lavori negli spogliatoi inizieranno appena sarà espletato il bando di gara e la successiva aggiudicazione dell’opera.

Il comune alle prese con i lavori ha pensato davvero alle esigenze di tutti: alla società, alla lega, ai tifosi, ai diversamente abili e anche ai portoghesi restii a pagare il biglietto.

Zona portoghesi

Per costoro il Comune ha aperto una finestra sulla strada che costeggia la recinzione dietro gli sogliatoi e per aprire di più la visuale ha dovuto abbattere e potare molti pini!!

L’assessora allo sport

Valeria Errico

Il cantiere è in piena attività e durerà fino ad agosto: Per molte maestranze e tecnici non ci sarà tempo per le ferie, tranne qualche giorno a cavallo di ferragosto. Insomma il Comune la sua parte la sta facendo. Di più, nelle circostanze attuali, non poteva fare. Che piaccia o no.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way
dell’ esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata.
Per vent’anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi.
Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata.
Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho
lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi
e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90,
attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Ho scritto articoli diffusi dai quotidiani la nuova e il quotidiano, inerenti la storia della
ricezione dei segnali televisivi in Basilicata dal 1954 ad oggi e la storia
della sede Rai di Basilicata nata nel 1959.
Collaboro col periodico di attualità e cultura, ” il messo” con sede redazionale ad Albano di Lucania e diretto da Gianni Molinari
Scrivo sul periodico ” Armonia” edito dall’associazione Rai Senior, un bimestrale nazionale destinato a tutti i dipendenti della Rai.


Lascia un Commento