CONTRO LA SICULA LEONZIO OCCASIONE DA SFRUTTARE

0

rocco sabatella

 

Il pareggio interno con il Rieti ha lasciato qualche strascico polemico in seno al Potenza che comunque oggi in Sicilia ha la possibilità concreta di guadagnare quanto perso domenica scorsa sul campo della sua bestia nera, ovvero la Sicula Leonzio che tra la scorsa stagione e l‘attuale non ha mai perso con il Potenza avendo collezionato una vittoria interna e due pareggi allo stadio Viviani. Ma per la legge dei grandi numeri le cose non potranno sempre andare tutte a favore dei siciliani che in questa campionato non vincono una partita dall’ottobre dello scorso anno. Classifica deficitaria, penultimo posto in classifica con soli 13 punti raccolti in 25 partite e rivoluzione nell’organico con il mercato di gennaio. Oltre al nuovo cambio dell’allenatore con il ritorno sulla panchina di Grieco. La partita con la squadra di Raffaele rappresenta per la Sicula un crocevia fondamentale nella sua difficile rincorsa alla salvezza. Per di più i siciliani sono reduci dall’insperato e clamoroso pari esterno ottenuto contro la Ternana che ha interrotto il suo inseguimento alla capolista Reggina. Segnale molto chiaro che la squadra di Lentini non vuole lasciare nulla di intentato per conservare la categoria.  A cominciare proprio dall’impegno con il Potenza.  Al quale i rossoblù si presentano comunque in condizioni tutto sommato buone nonostante il contraccolpo del pareggio di domenica scorsa con il Rieti. E con la certezza di aver fallito i tre punti solo per una dose molto elevata di sfortuna per i tre legni colpiti, di cui l’ultimo sul rigore calciato da Franca. Certo bisognerà fare tesoro delle cose che non sono andate per il verso giusto nella prestazione, soprattutto nel primo tempo. E che è stato oggetto di analisi approfondita alla ripresa della preparazione martedi scorso. Siamo convinti che lo stesso Raffaele, al netto delle occasioni che avrebbero potuto dare il successo alla sua squadra, si aspettasse qualcosa di più dalla prova dei suoi giocatori. Come avrà meditato a lungo su alcune scelte iniziali e in corso di partita che non hanno dato i risultati sperati. Ma il Potenza ci ha abituato ad alzarsi subito dopo le domeniche negative. E anche questa volta le premesse per il riscatto immediato ci sono tutte. Anche perché l’obiettivo è sempre quello di rimanere nei quartieri altissimi della classifica ma anche guardandosi alle spalle dove il rinnovato, in meglio, Catanzaro, ha ritrovato punti, gioco e compattezza dopo il ritorno di Auteri. Raffaele lancia un messaggio alla squadra e anche a tutto l’ambiente nel quale adombra che gli ultimi risultati non all’altezza del girone di andata siano frutto della pressione che c’è intorno alla squadra. “ Dobbiamo ritrovare al più presto la serenità, dobbiamo riprendere a presentarci in campo con la mente libera e serena senza avere l’assillo della vittoria ad ogni costo. La spensieratezza ci ha consentito di raggiungere risultati straordinari e non dobbiamo perdere questa caratteristica. Con l’entusiasmo e la mente serena  siamo riusciti ad andare oltre ogni più rosea aspettativa come i risultati attestano. Per questo dobbiamo recuperare questo spirito e rinsaldare la sinergia tra squadra, tifosi e società che è stato il nostro segreto. Già oggi contro la Sicula Leonzio mi aspetto delle risposte dalla squadra che vorrei vedere tranquilla in campo per fare le cose che sa fare e quelle che abbiamo preparato in allenamento. Sono fiducioso sul pronto riscatto che ci può permettere di riprendere a pieno regime lo straordinario percorso che ci ha portato così in alto”. La partenza, anticipata a venerdi, per  Catania, dove ieri mattina al centro sportivo Torre Grifo si è svolta la rifinitura, ben si concilia con l’esigenza di ritrovare un po’ di serenità alla vigilia della partita. Per la gara a Lentini non sono disponibili Sepe che è a Cesenatico per curarsi la pubalgia e lo squalificato Sales. In compenso rientra, dopo due giornate di assenza, Silvestri che va a comporre il terzetto difensivo, davanti a Ioime, con Giosa ed Emerson. Il resto della formazione è legato alle decisioni di Raffaele sul modulo da schierare contro la Sicula Leonzio.  Da quello che sono state le indicazioni emerse dal test di giovedi, è probabile che il modulo favorito oggi sia il 3/5/2 che prevede il ritorno di Coccia come quinto a destra, l’inserimento di Panico sull’altra corsia e lo schieramento contemporaneo in mezzo al campo di Coppola, Dettori e D’Angelo che molto bene hanno fatto contro il Rieti. Di conseguenza il tandem di attacco dovrebbe essere composto da Murano e Franca. Ma non siamo proprio sicuri che alla fine si scenderà in campo in questo modo. Raffaele non ha mai fatto mistero che per lui il modulo migliore da adottare è il 3/4/3, nonostante nelle ultime uscite questa disposizione tattica non abbia funzionato a dovere. Per cui non ci sorprenderemmo se alla fine in campo vedessimo l’esclusione di un centrocampista a favore di un esterno di attacco, nella fattispecie Golfo piuttosto che Isgrò. Dirigerà l’incontro il signor Marchetti di Ostia.  Non saranno più di cento i tifosi rossoblù che seguiranno la squadra a Lentini.

 

 

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento