DE LUCA E LA STRATEGIA DEGLI STRACCI CHE VOLANO

0

rocco rosa

Il Sindaco di Potenza, De Luca, non può negare di aver goduto di un sostegno forte da parte della cittadinanza, che voleva a tutti i costi cambiare registro e affidarsi ad una persona nuova, lontana dai partiti e più incline a guardare alle cose di tutti i giorni della città rispetto alle ambizioni di carriera personali. Ed è stato talmente forte il sostegno, che gli ha consentito di fare tutte le evoluzioni possibili ed immaginabili, fino ad imparentarsi con quel partito che,  a suo dire, era il luogo dell’illegalità e dell’affarismo. La politica è anche realismo e pur di raggiungere un obiettivo, si può anche percorrere la via del Diavolo. Ora però , sullo sbocco finale della consiliatura , la gente si chiede dove sono i risultati e se il complesso gioco politico per dare stabilità all’esecutivo valeva la candela.  Sulla vicenda dissesto non gli si può imputare nulla: c’è chi, più temerario, avrebbe continuato a camminare sulla corda del rischio, c’è chi invece ha preferito aprire i libri contabili e rendere pubblica la situazione con evidente accettazione delle conseguenze. Questa scelta ovviamente ha avuto conseguenze negative per lo stesso Sindaco che ha dovuto fare i conti con un bilancio irrigidito e ingessato, con nessuna capacità di manovra, che non fossero le cose già corredate di finanziamenti: la differenziata, i lavori delle pensiline, il ponte sul Basento, quello di Montereale. Sui trasporti invece ha venduto la pelle dell’orso prima di averlo ammazzato. Ha contestato  ( e su questo aveva ragione) l’enormità dei chilometri di percorrenza assegnati alla Cotrab (una spesa spropositata rispetto alle possibilità della città) ma poi ha lasciato che si facesse un contratto post gara col trucco, dove a parole c’erano benefici evidenti per la popolazione, ma nei fatti c’erano clausole non rispondenti a quelle di gara. Su questo attendiamo ancora chiarimenti pubblici. Che cosa ci ha portato questa Amministrazione? Certamente un’apertura verso l’associazionismo e una rivitalizzazione del centro storico grazie alla capacità indubbia dell’assessore al ramo di mobilitare scuole, parrocchie e tutta la talentuosità giovanile; certamente un impegno personale di alcuni assessori ( lavori pubblici, ambiente)  in una operazione di dialogo chiaro con la gente sulle cose da fare, sui tempi sui modi.  Per il resto, buio assoluto!  Con assessori che hanno scambiato la postazione onorifica come un posto da impiegato in attesa che il capo gli dia delle cose da fare. Ecco , un’amministrazione senza soldi, se non vuole andarsene con il solo merito di aver messo le cifre in chiaro, deve dimostrare di avere inventiva, di saper catturare le pratiche migliori, di fare quella politica di avvicinamento ai cittadini con armi nuove e per niente costose.   Invece non esce uno straccio di idee e ,in mancanza di accuse, sta uscendo la strategia degli stracci che volano.

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento