DE PROFUNDIS PER IL PD

0

Nella paralisi politica determinata dall’improvviso ed imprevisto allontanamento del voto, sempre che qualcuno da Roma non decida diversamente ( e non si vede perchè un Ministro non debba agire secondo  quello che i suo dirigenti gli scrivono), il Psi tenta di attestare la sua presenza in vita, attraverso una iniziativa programmatica tesa a raccogliere spunti e riflessioni per la nuova legislatura. Valvano in realtà può vantare di aver messo sù un partito che è abbastanza coeso, con persone che hanno saputo interpretare il loro ruolo istituzionale e che si sono fatti apprezzare. E’ un partito che  è riuscito a stare in piedi dopo il 4 marzo e che ha saputo mettere a frutto un atteggiamento di collaborazione istituzionale , senza clamori o esternazioni e senza bracci di ferro. Quasi una corsia privilegiata considerato il passato socialista del Governatore , sul quale Valvano ha saputo rinvigorire un rapporto. Anche nella vicenda personale del Governatore, il segretario socialista ha dimostrato apertis verbis la propria vicinanza , con parole nette circa il presunto accanimento che da qualche parte si contesta ai magistrati. E’ però un fatto che l’insistenza del governatore a continuare a correre nonostante gli si sia sgonfiata una ruota ha costretto la scuderia del centrosinistra a tornare ai box , per rivedere l’intera strategia. Sei mesi sono un’era geologica in politica e tra quello che succede a Bruxelles, quello che si prepara a Roma, un congresso del Pd a Marzo, praticamente la gara è ancora tutta da giocare. Dirimente sarà la scelta di Salvini di recuperare la coalizione di centrodestra e di mettersi a capo di un esercito che praticamente è già suo. Il vento gli tira bene , ma , con il clima impazzito, basta un errore e rischia di tornare al punto di partenza. Ha l’urgenza dunque di raddoppiare il numero dei parlamentari a suo favore e non si vede proprio come possa rinunciare ad un obiettivo che sta passando come l’ultimo autobus. Se si mette in conto questa possibilità, c’è da credere che la mossa dei cinque stelle sarà di smetterla con le versione “io ballo da solo” e aprire ad altre componenti , i verdi per esempio ( con  Pecoraro Scanio che già si è messo a tessere le fila) e con i raggruppamenti di sinistra che potrebbero offrire il loro appoggio ad una leadership penta stellata.  Il Pd, invece, senza un preambolo al congresso nel quale tutti i candidati alle primarie e tutti i capicorrente si impegnano a garantire l’unità intorno a chi vince)  rischia di entrare azzoppato e di uscirne sdoppiato. E se la Basilicata non si organizza come laboratorio indipendente , ma si fa stritolare nella logica correntizia, si può già cominciare a recitare il de profundis. rocco rosa

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento