E POTENZA FA SCUOLA DI PIZZA

0

La Basilicata che si muove è anche quella che dispensa esperienze e conoscenze e che fa formazione ai mestieri nuovi. La scelta di un territorio verso una vocazione turistica obbliga a migliorare l’offerta enogastronomica, a migliorare la qualità dell’accoglienza e a dare prodotti di qualità. Non solo nell’alta cucina, nella cucina tradizionale che si richiama alla storia di questa regione, ma anche ai prodotti del Made in Italy, tanto ricercati per chi viene da fuori,  Un esempio di   questa disponibilità a migliorare la risposta del territorio viene da un noto pizzaiolo di Potenza, Giorgio Cutro, che ha deciso di aprire una scuola per insegnare le tecniche per fare una buona pizza: che non è una ricetta da passare ma una manualità da insegnare e una esperienza da trasmettere. La scuola , aperta nell’ottobre dello scorso anno, ha sede in Potenza, fisicamente nello stabilimento della Fimel a Tito Scalo (PZ)

L’iniziativa ha una sponda nazionale  nell’’Associazione Pizzerie Italiane (A.P.I.), fondata dall’attuale presidente Angelo Iezzi, precursore in Italia e nel Mondo della lunga maturazione e della lievitazione a freddo.

A livello territoriale organizza corsi di formazione per provetti pizzaioli garantendo, con la collaborazione della Sede Centrale di Roma attraverso l’intervento di esperti professionisti del mondo pizza, una docenza di alto livello che offre l’opportunità a molti ragazzi di imparare il mestiere del pizzaiolo.

Il corso ha una durata di 80 ore, la parte teorica per iniziare e poi una lunga manualità sotto gli occhi degli istruttori.. All’interno del corso vengono inoltre organizzati dei seminari informativi sull’uso della mozzarella o dell’olio, con la partecipazione di esperti e professionisti del settore.

Gli allievi non imparano solo a stendere, condire e cuocere una pizza bensì anche ad affrontare o risolvere i problemi più comuni del lavoro in pizzeria, ad usare i vari metodi di lievitazione, a capire le caratteristiche chimico-fisiche dei prodotti base, a valutare le differenze qualitative dei materiali di consumo.

A fine corso, c’è il rilascio di Diploma da Pizzaiolo, riconosciuto a livello nazionale ed internazionale e della tessera associativa (A.P.I.). Ma ,estremamente importante è la formazione continua, destinata a coloro che vogliono approfondire i termini di una innovazione  sia nella manualità che nell’uso degli ingredienti per rendere sempre unica ed inimitabile la pizza made in Italy

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento