ECCO I VINCITORI DELLA SAGGISTICA DEL PREMIO LETTERARIO BASILICATA 2021

0

piero ragone

Fervono le attività del Circolo Silvio Spaventa Filippi in preparazione del Cinquantenario del Premio Letterario Basilicata. La giuria della sezione di Saggistica storica ed Economia politica del Premio si è riunita per selezionare le opere vincitrici dell’edizione 2021.  Ecco i risultati del prestigioso concorso di livello nazionale così come sintetizzato nel comunicato stampa dagli organizzatori.  

La giuria, presieduta dall’Accademico dei Lincei Cosimo Damiano Fonseca, ha aperto i lavori con un ricordo di Domenicantonio Fausto, storico membro della giuria recentemente scomparso, e ha dato il benvenuto a tre nuovi giurati: Pasquale Carrano, Antonio Lopes e Francesco Panarelli.

Il Premio di Saggistica storica nazionale – Premio Vincenzo Verrastro – è stato attribuito all’opera di Marco Meriggi dal titolo “La nazione populista. Il Mezzogiorno e i Borboni dal 1848 all’Unità” ed. il Mulino.

Il Premio di Saggistica storica lucana – Premio Tommaso Pedìo – è stato assegnato ex aequo a Elena Vigilante, autrice del saggio “Il fascismo e il governo del “locale”. Partito e istituzioni in Basilicata. 1921 – 1940″ ed. il Mulino, e ad Antonella Trombone per l’opera “Teresa Motta. Una bibliotecaria e un anno di vicende memorabili. Con lettere inedite di Francesco Barberi e Manlio Rossi Doria (1943-1949)” ed. Calice.

Michele Pinto con il libro “Scuola, maestri, società nella Basilicata liberale” Villani editore e Ruggiero Doronzo con “Fonti per la Regio Vulturis. Arte e devozione nella Terra di Ripacandida” quorum Edizioni, hanno ricevuto una segnalazione.

Nell’ambito della sezione di Saggistica storica lucana, inoltre, è stato assegnato un Premio speciale nel Cinquantennale del “Basilicata” a Luigi Branco per l’Opera omnia.

Il Premio di Saggistica storica europea – Premio Emilio Colombo – è stato attribuito al libro di Mauro Maggiorani dal titolo “Un sogno chiamato Europa. Storia, economia, politica e istituzioni dell’Unione europea” ed. Clueb.

Il Premio di Economia politica e Diritto dell’Economia – Premio Tommaso Morlino – è andato all’opera di Vincenzo Scotti e Sergio Zoppi ” Governare l’Italia. Da Cavour a De Gasperi a Conte oggi. A settant’anni dalla nascita della Cassa per il Mezzogiorno” Eurilink University.

Il Premio Città di Potenza, infine, è stato attribuito ex aequo a due tesi di dottorato in Storia medievale discusse nell’Università degli Studi della Basilicata da Angela Brescia e Biagio Nuciforo.

Brescia ha presentato un lavoro di ricerca dal titolo “I Chronica Roberti Biscardi et fratrum ac Rogerii comitis Mileti o Historia Sicula del cosiddetto Anonimo Vaticano introduzione, edizione critica e traduzione italiana”, e Nuciforo un lavoro di ricerca dal titolo “Ad unum velle et unum nolle. La Grande Congiura attraverso la diplomazia ribelle (1485-87).”

La premiazione della sezione di Saggistica storica lucana si terrà il 23 ottobre a Sant’Arcangelo nel Convento di Santa Maria d’ Orsoleo.

I premi di tutte le altre sezioni saranno consegnati il 24 ottobre a Potenza nell’ Auditorium del Conservatorio di musica Carlo Gesualdo da Venosa.

Oggi pomerigio alle 17.00 si riunirà la giuria della sezione di Narrativa.

 

Condividi

Sull' Autore

Piero Ragone

Piero Ragone pubblicista dal 1993, tecnico, coordinatore, regista e responsabile di Produzione presso la sede RAI per la Basilicata fino ad aprile 2021, ora in pensione.

Rispondi