FESTA RIMANDATA PER IL POTENZA FERMATO A NARDO’

0

di Vittorio Basentini

 

La trentaduesima giornata di ritorno ha confermato quanto sia difficile il campionato di serie D-Girone H-.Ma il Nardò aveva già dato una buona impressione all’andata al Viviani ed ha soffiato quattro punti su sei al Potenza fra andata e ritorno.Partita sentita da entrambe le formazioni, con il Potenza timido, impacciato nella manovra soprattutto nel primo tempo, centrocampo spento con il solo Esposito attivo, ma non supportato dai compagni di reparto. Nardo’tosto ed insidioso, forte in difesa e forte anche a centrocampo, vera forza della squadra salentina.Direi senz’altro più meriti al Nardò che demeriti al Potenza. Buon centrocampo del Nardò con Palmisano e Bertacchi, una sorta di play-maker dei granata leccesi che aveva ben impressionato anche al Viviani.Formazione di mister Taurino ben quadrata che ha ben interpretato la partita contro la capolista lucana.

A fine primo tempo, nell’intervallo, sul risultato di parità a reti inviolate, interpellato capitan Esposito, molto pragmatico, il quale ha dichiarato che “serviva più cattiveria , partita difficile, non riusciamo ad uscire fuori del centrocampo”.A nostro parere nel primo tempo partita equilibrata, Nardo’ che ha giocato bene; non si è visto molto il Potenza che ha fatto dell’attacco nel corso del campionato la sua arma migliore con 77 reti segnate.

Da considerare che a fine stagione le energie nelle gambe vengono meno. Sicuramente il centrocampo non ha saputo contenere la spinta dei salentini, con Esposito e Schisciano che nonostante tutto hanno lottato non supportando gli attaccanti Franza ,Siclari , Guaita e con Pepe fuori dai dettami di gioco.

Bravissimo il portiere rossoblu Mazzoleni che è stato il difensore aggiunto del reparto arretrato del Potenza.

Diciamo che il Nardò ha giocato alla pari con il Potenza ; bisogna anche dire che il gran caldo del Salento, il pensiero rivolto a mercoledi per la gara di coppa e gli imminenti festeggiamenti hanno portato alla battuta di arresto dei rossoblu, con atteggiamento timido della squadra che non è piaciuto a Mister Ragno. E’ mancata la velocità ed il posizionamento rapido degli attaccanti alle ripartenze, attaccanti distanti dalla linea mediana e poco supportati dai centrocampisti.

La prima azione di attacco del Potenza si è avuta al 57’ con un tiro fiacco di Esposito fuori dello specchio della porta avversaria.

AL 77’ Nardò vicino al vantaggio con Mangione e grande parata di Mazzoleni che salva il Potenza.

Al 78’ traversa di Franza su invito di Di Senso. Peccato perché è mancato un pizzico di fortuna al brasiliano.

Al 80’ rete del Nardò ad opera del ’99 Cavaliere, il quale su disattenzione della difesa potentina a seguito di un rinvio sporco di Guadalupi, sul filo del fuorigioco gonfia la rete di Mazzoleni con tiro rasoterra alla sinistra del portiere rossoblu.

Al 91’ rissa in campo all’altezza della panchina del Potenza fra il presidente Caiata ed un dirigente del Nardò che ha inveito contro il presidente potentino. Animi placati con l’intervento in campo della polizia e ripresa del gioco in campo.

Questa è la serie D.

A fine gara soddisfazione per il Nardò e dei suoi 3000 spettatori per la vittoria sulla capolista. Il Potenza, in sintesi, per i motivi già detti ha subito l’intraprendenza e la vivacità dei salentini. Punto debole del Potenza è stata, inoltre, la fascia sinistra difensiva dove il solo Panico, peraltro uno dei migliori in campo, ha fatto quello che ha potuto contro l’ottimo Palmisano.

Potenza con 5 punti di vantaggio sulla Cavese vittoriosa a Gragnano. Decisiva sarà la partita di domenica prossima contro il forte Taranto per festeggiare la promozione in C.

E mercoledi 25 semifinale di ritorno a San Donato Tavarnelle in provincia di Firenze…………per approdare in finale il 19 maggio, per festeggiare anche la Coppa.

Un elogio ai telecronisti del TG3 Basilicata, telecronaca perfetta, che hanno rimarcato l’importanza del calcio giovanile dal quale deve ripartire il calcio italiano dopo l’eliminazione dagli imminenti mondiali.

FORZA POTENZA!

 

 

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi