FINALMENTE  LA  JONIO  LOW

0

 

Un possente anticiclone sosta da quasi un mese tra la penisola Iberica e L’Inghilterra, determinando sul suo bordo orientale corpose discese di aria gelida che investono principalmente l’Europa orientale ma che a tratti portano tempo instabile e prevalentemente freddo anche su parte della nostra penisola. Il Nord continua ad essere protetto dall’arco alpino e gode di belle giornate, il centro sud invece è interessato da alterne sciabolate artiche.

Nelle prossime ore il passaggio di una di queste colate, genererà un’ampia circolazione depressionaria sul mediterraneo occidentale, in successivo movimento verso est. A farne le spese saranno di nuovo le regioni meridionali, l’Abruzzo ed il Molise che risentiranno in maniera più rilevante di avverse condizioni meteo, votate dapprima alla pioggia e successivamente ad ulteriori nevicate che si spingeranno fin verso la collina. A differenza dell’ultima fase gelida, le correnti questa volta non saranno continentali ma assisteremo all’arrivo di aria artico marittima che è leggermente meno fredda di quella giunta ad inizio anno, per cui le eventuali nevicate difficilmente raggiungeranno anche le coste adriatiche. Questo clima invernale perdurerà almeno fino a sabato, poi pian pianino le temperature dovrebbero iniziare una risalita.

Il tempo in Basilicata :

 

Mercoledì 9 :  una perturbazione prenderà vita al largo delle coste tirreniche e nel suo spostamento verso ovest interesserà tutta la nostra Regione. Già dal primo mattino avremo piogge di una certa consistenza e lo scontro tra masse d’arie calde e quelle fredde provenienti dal nord, daranno origine a precipitazioni anche a sfondo temporalesco. La quota neve sarà un po’ altina e si assesterà inizialmente tra gli 800 ed i 1000 metri, occasionalmente anche a quote più basse. Dal  pomeriggio le precipitazioni caleranno d’intensità, fino a cessare momentaneamente in serata, ma con l’arrivo di venti più freddi da nord, le nevicate si abbasseranno di quota.

 

 

Giovedì 10 : arriva un altro impulso artico che questa volta sospinto da venti freddi, apporterà precipitazioni copiose soprattutto sul settore centro meridionale della Regione. La perturbazione trovando già un clima rigido provocherà estese nevicate anche a bassa quota ( 400 / 500 metri ) e soprattutto sui rilievi appenninici la coltre bianca potrebbe superare il mezzo metro. Miglioramento dalla serata con estese gelate.

Venerdì 11 : le condizioni meteo saranno sempre all’insegna del freddo. L’instabilità si concentrerà questa volta sulle zone centro settentrionali apportando nevicate intermittenti a quote già di bassa collina. I venti spireranno forti nord orientali acuendo di molto la sensazione di freddo.

 

meteopz.altervista.com

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Lascia un Commento