IL PICERNO INSEGUE L’OBIETTIVO PLAY OFF

0

ROCCO SABATELLA

La vittoria della Turris nel recupero di metà settimana contro la Virtus Francavilla ha messo il Picerno fuori dai play off. Obiettivo di prestigio per la formazione allenata da Colucci che dovrà fare il suo dovere cercando di ottenere il massimo dei punti nelle due gare che restano da giocare. Ma dovrà aspettare anche notizie buone dagli altri campi, esattamente da Messina dove è impegnata la Turris, da Potenza che aspetta la Juve Stabia e da Francavilla dove arriva il Foggia non al meglio della condizione psico-fisica e scosso dal pesante 2-6 rimediato lunedi scorso dal Catanzaro. Queste sono le avversarie degli uomini di Colucci che occupano gli ultimi tre posti che della griglia play off. Ma prima di pensare a ciò che accade sugli altri campi, il Picerno deve tornare necessariamente da Pagani con il bottino pieno. E non sarà assolutamente una passeggiata perché i campani, penultimi,  affidano a questa gara e ovviamente all’ultima la possibilità di fare l’impresa di lasciare il penultimo posto a spese della Fidelis Andria.  E si badi bene non è una questione di onore o di prestigio ma una esigenza di concretezza. Assodato che, a meno di risultati che definire clamorosi sarebbe riduttivo, la terza retrocessione, dopo quelle di Vibonese e Catania, uscirà dal play out tra Andria e Paganese, ci sarà tra queste due formazioni una lotta serrata fino all’ultimo minuto della stagione regolare per arrivare terzultimi. Posizione che consentirebbe a chi la conquista di potersi salvare con due pareggi nelle due gare dei play out e che, tra l’altro, concede il  diritto di giocare il ritorno in casa. Per salvare il salvabile la Paganese, dopo la scoppola di Campobasso, ha esonerato Grassadonia e ha richiamato per le ultime quattro gare della stagione, comprese quelle vitali dei play out, il tecnico Di Napoli. Il Picerno potrà approfittare del momento delicato che sta attraversando la Paganese e dall’alto della sua serenità  che deriva dal non aver nessuna pressione per questa gara, punterà a fare il colpaccio.  Che rimane sicuramente nelle sue possibilità. E’ innegabile che Dettori e compagni si vogliono regalare la soddisfazione finale e prestigiosa di partecipare ai play off e non lasceranno nulla di intentato per l’impresa. Colucci crede nelle possibilità dei suoi uomini. “ abbiamo trascorso una bella settimana e abbiamo lavorato con la mente sgombra che deriva dal fatto che abbiamo il morale molto alto. E’ nostra intenzione cercare di arrivare a giocare i play off che per la nostra società sarebbe un traguardo storico. Ma dobbiamo affrontare un avversario che si gioca in queste due gare una fetta importante di chances per la salvezza. Hanno cambiato l’allenatore e non sappiamo quale potrà essere il loro schieramento tattico. Nonostante questo,  dobbiamo scendere in campo con grande umiltà avendo rispetto degli avversari. Siamo pronti a fare una gara molto propositiva per raggiungere il nostro obiettivo”. E per arrivare ai tre punti Colucci schiererà probabilmente la stessa formazione con la quale ha strapazzato l’Andria. Quindi Albertazzi tra i pali, De Franco, Ferrani, allegretto e Guerra o setola in difesa, De Cristofaro e Di Dio esterni, Dettori e Pitarresi in mezzo e Gerardi e Reginaldo punte.  S’inizia alle ore 17, 30 con Petrella di Viterbo designato a dirigere il match.    

 

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Rispondi