Trasporto urbano: qualcosa si muove? Forse!

0

In questi giorni sul sito del Comune di Potenza è possibile leggere l’avviso esplorativo per verificare la disponibilità da parte di Ditte interessate all’affidamento del Servizio di Trasporto Pubblico Urbano. Sul tema sono intervenuti congiuntamente i Segretari Regionali di UILT Cefola, FAISA – CISAL Colangelo e Cappiello dell’UGL. I segretari regionali delle OO.SS.,  interpellati, hanno dichiarato di condividere la scelta fatta dall’Amministrazione comunale e di come da tempo  stessero sollecitando l’avvio di tale procedura. Nell’incontro avuto  con il Sindaco Guarente  le Organizzazioni Sindacali hanno posto una serie di questioni.  La prima delle quali attiene l’occupazione. A parere delle O.O.SS. non solo va mantenuto l’attuale numero di dipendenti, dai dati in possesso delle sigle sindacali il numero attuale dei dipendenti è di 140 unità,  ma bisogna reintegrare la pianta organica. All’atto dell’affidamento del servizio all’attuale gestore il numero dei lavoratori in organico superava le 160 unità. Visti i turni massacranti ai quali sono sottoposti le maestranze è necessario prevedere l’aumento degli occupati per portare l’organico a quello originario. La seconda questione che hanno posto è la previsione del ripristino degli Accordi di secondo livello disdetti unilateralmente dalla Ditta Trotta. La disdetta di tali accordi ha comportato una riduzione sostanziosa dei salari che con la crisi in corso si fa sentire ancora di più sui bilanci familiari. UIL , FAISA – CISAL e UGL hanno informato il Sindaco che in merito alla disdetta degli Accordi di Secondo livello è in corso un contenzioso e che a breve si pronuncerà la magistratura del lavoro.   Le O.O.S.S. durante l’incontro hanno chiesto al Sindaco Guarente che il Bando sia il più possibile aperto al mercato al fine di evitare che l’attribuzione del servizio avvenga a favore di imprese non in grado di gestire un servizio complesso e complicato come quello della Città di Potenza che deve tenere insieme servizio su gomma e scale mobili. In ultimo hanno chiesto che tra i vincoli previsti per la partecipazione alla gara, oltre ai requisiti già contemplati dalle norme vigenti, anche quello della regolarità dei versamenti al Fondo Priamo, ossia il fondo pensionistico di categoria. L’Amministrazione Comunale, nelle persona del Sindaco Guarente e del Segretario Generale  del Comune, ha preso atto delle osservazioni mosse dalle sigle sindacali le quali a loro volta hanno ribadito la disponibilità al confronto sottolineando che comunque vigileranno affinché il trasporto comunale venga affidato ad una Ditta affidabile e rispettosa dei lavoratori e di tutti quei cittadini che ogni giorno usufruiscono del servizio.

Condividi

Sull' Autore

Gerardo Lisco

Capo Unità Org.Amm. presso Ferrovie Appulo Lucane Ha studiato Giurisprudenza presso Università degli Studi di Roma "La Sapienza" e Sociologia presso l'Università di Salerno

Rispondi