IL POTENZA A VITERBO PER RISCATTARE LA SCONFITTA DELL’ ANDATA

0

Domenica il Potenza se la vedrà con la Viterbese alle 15,00 sul campo Enrico Rocchi.
Sarà una partita importante per entrambe le squadre perché i padroni di casa con una vittoria si porterebbero fuori dalla zona salvezza e potrebbero fare un pensierino anche per i Play off.
Per il Potenza la conquista dei tre punti  consoliderebbe il quinto posto insidiato dalla Vibonese che ospiterà il forte Teramo.
La squadra di Gallo nella settimana prossima si sottoporrà ad un tour de force considerando che mercoledì dovrà recuperare contro la Cavese e la domenica successiva ospiterà la forte Juve Stabia.
Nella Viterbese mancherà il capitano Besea e il difensore Mbende, l’autore della doppietta che realizzo’ al Viviani prima del gol beffa realizzato al 94′ da Simonelli.
Domenica sarà un Potenza diverso rispetto all’andata sia per il nuovo allenatore e sia per alcuni nuovi innesti.
Gli uomini di Gallo faranno di tutto per dimenticare la sconfitta contro la Ternana e riprendere la serie positiva dei risultati precedentemente conseguiti.
Tra le fila gialloblù saranno assenti Mbende e il capitano Besea, l’attacco sarà formato dal duetto Murilo-Tounkara.
Nel Potenza sarà assente Sepe reduce dell’infortunio subìto nella partita casalinga di mercoledi.
Tutto il resto della rosa è a disposizione del mister che avrà solo  l’imbarazzo della scelta.
Fare i conti senza l’oste non serve a nulla, ma se dovessimo guadagnare  quattro punti nelle prossime due partite si aprirebbero le porte per una salvezza diretta.

Sarà il fischietto lombardo Enrico Maggio, classe 1987, della sezione di Lodi ad arbitrare la gara del Potenza a Viterbo.
Gli assistenti del direttore di gara lombardo saranno Stefano Montagnani di Salerno e Michele Somma di Castellammare di Stabia mentre il Quarto ufficiale Giuseppe Collu di Cagliari.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Rispondi