IL POTENZA GIÀ PENSA ALLA TERNANA

0

Il Potenza esce dallo stadio Zaccheria del capoluogo della Daunia col sacco vuoto e col rammarico di non avere replicato le due prestazioni interne che tante aspettative avevano creato.

La squadra foggiana non ha risentito del clima turbolento che si era creato  per le proteste dei tifosi indirizzate alla società per una campagna acquisti insoddisfacente.

Sul campo contro il Potenza non ha demerito anche se il portiere potentino Marchegiani non si è mai messo in mostra; il primo gol subito a fine primo tempo, è  stato causato da una palla inattiva che, per leggerezza della   difesa rossoblu’, responsabile di aver lasciato solo, sotto porta, il giocatore avversario Germinio che con destrezza ha spinto la palla oltre la linea bianca.
Il Potenza nel primo tempo aveva tenuto bene il campo e il pareggio ci stava ampiamente.
Nella ripresa si è registrata qualche scollatura tra i reparti, che ha reso difficile la riorganizzazione delle trame di gioco per avere la supremazia sugli avversari e rimontare il gol di svantaggio.
Il secondo gol, su fuori gioco di Dell’Agnello, ha tagliato le gambe ai ragazzi di Somma che tra il primo e secondo tempo hanno pure costruito qualche azione da rete,  di cui due con Ricci, senza però arrivare a impensierire eccessivamente il portiere Fumagalli.
Sabato il Potenza si recherà a casa di un’altra temibile del girone: la Ternana, Somma in settimana farà un lavoro psicotecnico: fare dimenticare la sconfitta, caricare sopratutto i giovani e correggere gli errori tecnici commessi.
Siamo giunti alla quarta partita di campionato, con il il Bari, vittorioso a Viterbo, in testa alla classifica con 10 punti, seguito dalla matricola Turris a 9 punti e dal Teramo a 7 entrambe con una partita in meno.
Le altre “favorevoli” della vigilia: Ternana e Palermo ritardano a carburare, bisogna aspettare  la fine di ottobre, in cui si giocheranno molte partite infrasettimanali, per  definire meglio il nome delle squadre che proveranno la fuga dal gruppo.
Nei bassifondi della classifica stazionano Viterbese, Francavilla, Cavese e Paganese, quest’ultima con due punti.
Col ritiro del Trapani, saranno due squadre a retrocedere, si può  dire che il Potenza ha tutto il tempo di preparare gli under per abituarli a giocare in un campionato professionistico.
Da ambienti governativi sembra che abbiano varato a partire già da domenica prossima una norma che mette a disposizione dei tifosi il 15% dei posti che può contenere lo stadio.
A Potenza  i posti a disposizione saranno intorno a 750,  gli abbonati avranno diritto di prelazione, i posti rimanenti saranno messi in vendita.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Rispondi