IL PREMIO”MELINA DOTI” PRENDE IL VOLO: I VINCITORI

0

la vincitrice della iv edizione del premio, la prof. Maria Giuseppina Robilotta

Animata magistralmente da Sabino  Zaba, conduttore televisivo, e dalla giornalista Anna Langone, ideatrice del premio, si è svolta ieri sera , in una delle sale del Museo Arrcheologico di Potenza,  la cerimonia di premiazione dei vincitori del Concorso Nazionale “Melina Doti”, scrittrice, pittrice di Montemurro  che , con i suoi libri  e la sua pittura ha saputo portare a livello internazionale  il senso vero della lucanità, fatta di determinazione, intelligenza , capacità di superare ostacoli e avversità che l’ambiente meridionale presenta .  E proprio questo Premio si pone come paradigma della capacità di uomini e donne del Sud di contrastare con le armi della cultura , della creatività e dell’ingegno quel gap che la storia ha inflitto al Meridione d’Italia, oggetto, oggi come ieri, di sfruttamento ,di privazione di risorse e di sottomissione al dominio economico del Nord.

secondo classificato, il romano Giorgio Marconi

Quattro anni di lavoro e già brillanti risultati, come l’inserimento della vincittrice del Premio 2022 al Salone del Libro di Torino e l’annullo speciale filatelico fatto dalle Poste italiane per il premio Melina Doti, un evento che suggella l’importanza dell’avvenimento. Ma il risultato più eclatante e che fa presagire di un lancio del premio a livello internazionale è la simbiosi con lo storico Brand dell’Amaro Lucano, il cui management, composto oggi dai nipoti del fondatore della Ditta, Pasquale VENA, si sta lanciando sulla scia dei grandi premi letterari , come già avvenuto per il Premio Strega . La speranza è che si possa legare questo brand ad un successo anche in campo culturale e che la simbiosi tra protagonismo economico e risorse intellettuali possa riportare la Basilicata all’altezza della sua gloriosa storia.

Franco Cacciatore, terzo classificato

La presidente della Commissione Giudicatrice, la giornalista Carmenl Lasorella, è sicuramente la persona più adatta per questa missione. Il primo premio è stato vinto da Maria Giuseppina Robilotta , insegnante di italiano in pensione con il racconto “Il pranzo dell’onorevole”, tessuto intorno all’evento , a Montemurro nel 2019, di un pranzo in onore di Francesco Saverio Nitti, il presidente del Consiglio di origine lucana .  Per il secondo posto, la giuria ha scelto “Anni ’50 – Al Principe Verde”, di Giorgio Marconi, romano, informatico ed autore di sceneggiature per cortometraggi. Terzo posto, per Franco Cacciatore, giornalista e scrittore lucano di Melfi, con “Come coperta le stelle”, un premio di cui Talenti Lucani va fiera, essendo Franco Cacciatore uno degli autori di punta di questo giornale. ROCCO ROSA

 

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi