IL TEMPO VOLA

0

LUIGI GILIO

 

 

 

Il tempo vola

E pensar che il tempo vola 
dell’estate un ricordo che non consola
già si sporge alla vista un nuovo autunno
al rimirar d’onore pare un malanno

Un pieno di schiamazzi e notturni abbracci 
del cuor marcavano pezzi e stracci
parevano smisurati, svogliati e persi
del fiume avaro adesso ricavo simil versi

Il tramonto si fa breve
fra l’arte di chi parla e beve
le donne vestono il bronzo della pelle
di notte son più vicino le stelle

per le strade s’intona l’odor del vino
le foglie al vento solleticano il camino
bruciano le speranze giovanili
tra canti e lacrime riaprono gli asili

al tuo dir sembra tutto gioviale
si riempie di tanti colori il rivolo del viale
il vento sussurra nuove parole
si sente da lontano già che piove

piove liscio anche per il cuore
acqua che bagna e non fa rumore
briosa e l’apparenza di sera

 
 
 

 

 
 

 

Il tempo vola

E pensar che il tempo vola 
dell’estate un ricordo che non consola
già si sporge alla vista un nuovo autunno
al rimirar d’onore pare un malanno

Un pieno di schiamazzi e notturni abbracci 
del cuor marcavano pezzi e stracci
parevano smisurati, svogliati e persi
del fiume avaro adesso ricavo simil versi

Il tramonto si fa breve
fra l’arte di chi parla e beve
le donne vestono il bronzo della pelle
di notte son più vicino le stelle

per le strade s’intona l’odor del vino
le foglie al vento solleticano il camino
bruciano le speranze giovanili
tra canti e lacrime riaprono gli asili

al tuo dir sembra tutto gioviale
si riempie di tanti colori il rivolo del viale
il vento sussurra nuove parole
si sente da lontano già che piove

piove liscio anche per il cuore
acqua che bagna e non fa rumore
briosa e l’apparenza di sera
che fa pensar ancora alla primavera

Condividi

Sull' Autore

Luigi Gilio

Lascia un Commento