IMPAZZA IL MERCATO DELLA SERIE D

0

rocco sabatella

I prossimi 9 giorni che ci separano dalla data del 15 dicembre prossimo, quando si chiuderà la finestra di mercato riservata esclusivamente alle formazioni della serie D e in generale al calcio dei dilettanti, saranno davvero frenetici per procuratori e società. Perché, chi più, chi meno, qualche operazione in entrata e in uscita non mancherà in quasi tutte le squadre di serie D. Ed anche le lucane di questo campionato non fanno eccezione a questa regola. Ma prima di entrare nei dettagli del calcio mercato, subito una notizia abbastanza clamorosa. L’ Altamura ha raggiunto al comando della classifica del girone H la Cavese a quota 37 punti grazie alla decisione del Giudice Sportivo che ha assegnato la vittoria a tavolino agli altamurani. Una decisione che comunque rientra nei canoni dell’applicazione delle norme vigenti visto che la decisione è conseguenza di quanto contenuto nel referto dell’arbitro. E cioè la dichiarazione scritta da parte del Gravina nella quale si manifestava l’indisponibilità a proseguire regolarmente la partita con l’Altamura che era stata sospesa momentaneamente a causa del violento scontro di gioco del quale era rimasto vittima Gargiulo del Gravina. Il giocatore ha perso conoscenza e in campo si sono vissuti momenti di grande apprensione per la vita di Gargiulo. Che, dopo l’intervento dei sanitari delle due squadre che gli hanno prestato le prime cure, è stato immediatamente trasferito in ospedale dove ha, per fortuna, ripreso conoscenza. Certo una beffa per il Gravina la decisione del Giudice Sportivo considerato che i giocatori erano talmente scossi dall’accaduto da non avere più la testa per continuare a giocare e intendevano essere vicini allo sfortunato compagno. Adesso il Gravina inoltrerà ricorso per far valere le sue ragioni e vedremo cosa succederà nel secondo grado di giustizia sportiva. Ma, se nel calcio aleggia ancora lo spirito  sportivo e di  lealtà, un concreto aiuto alle ragioni del Gravina dovrà arrivare e non usiamo il condizionale “ dovrebbe arrivare” proprio dall’Altamura. Perché se non prevarrà solo l’interesse di parte e della classifica rimpinguata con tre punti conquistati senza giocare o giocando in effetti solo 27 minuti, dovrà essere proprio l’Altamura ad accompagnare il Gravina nel suo ricorso con una dichiarazione scritta o meglio presentandosi di fronte alla Corte Sportiva di Appello a dire esattamente la verità: che anche i giocatori dell’Altamura non erano nelle condizioni mentali di proseguire il match sospeso perché il loro unico pensiero in quel momento, un pensiero dominante in tutto lo stadio, era quello rivolto alla salute di Gargiulo. Fatta questa debita premessa, ora ci possiamo occupare del calcio mercato. Il Potenza non ha necessità di grande interventi e si limiterà solo a completare il centrocampo con un innesto di un giocatore over che è stato già individuato, contattato e con il quale è stato raggiunto anche l’accordo economico. Si tratta del ventisettenne centrocampista Coppola finora alla Nocerina. La dirigenza della società campana sta però prendendo tempo  per consegnare a Coppola la lista di svincolo, nonostante le pressioni del giocatore che ha già annunciato alla Nocerina di non voler rimanere. Se tutto andrà per il verso giusto, l’operazione si dovrebbe concludere domani con il giocatore che nel pomeriggio si metterebbe finalmente a disposizione di Ragno per il primo allenamento con i nuovi compagni. Anche per la giornata di domani è attesa la risposta del Gragnano al Potenza per il giovanissimo, classe 99, attaccante Ghassama che si è particolarmente messo in luce in questa prima parte della stagione segnando anche 6 reti. Il Potenza, oltre ad avere un’altra freccia nel suo arco per il prosieguo del campionato, potrebbe fare un investimento per il futuro. Ma sul giocatore è forte una concorrenza agguerrita di altre società, anche di serie superiore. Di pari passo il Potenza continua i contatti per l’ingaggio di un vice Panico che abbia stessa età e caratteristiche di uno dei giocatori più sorprendenti, in senso positivo, delle prime 16 giornate. Anche il Picerno di Arleo si limiterà solo ad un paio di operazioni che riguardano l’attacco: già presa la punta Romano proveniente dal Manfredonia,  si sta lavorando per un gradito ritorno. Quello del classe 98 Emanuele Tedesco, attaccante del Carpi che ha giocato finora nel Mezzolara.  Il giocatore spinge per ritornare alle dipendenze di Arleo con il quale la scorsa stagione ha disputato un ottimo torneo condito da 6 marcature personali. Più corposo dovrà essere il mercato del Francavilla che ha già concluso tre importanti acquisti: tre difensori, Scoppetta, ex Sicula Leonzio e Taranto, Di Giorgio, già con il Francavilla di cui era capitano per un lustro e l’ex del Potenza Potrone e un centrocampista del 90 Zappacosta che hanno esordito domenica scorsa a Cerignola. Prosegue la ricerca anche di un attaccante che prenderà il posto di Evacuo accasatosi al Campobasso. L’obiettivo è il centravanti del Pomigliano Konate che ha già dato il suo assenso al trasferimento. Trasferimento che avverrà all’inizio della prossima settimana perché domenica prossima è in programma a Francavilla proprio la sfida con i campani che hanno fatto chiaramente intendere che vogliono utilizzare Konate in questa partita. E adesso occupiamoci del mercato delle squadre di alta classifica, cioè le concorrenti del Potenza. A cominciare dalla nuova capolista Cavese che quasi sicuramente non interverrà in questo mercato perché ha un organico completo, sia numericamente che qualitativamente. Anche l’Altamura, dopo avere chiuso le porte a qualsiasi partenza, ha innestato un ex del Potenza, il centrocampista Lucchese e il forte attaccante esterno ex Andria e Gravina Presicce. Si muoverà ancora il Cerignola che deve completare l’organico dopo l’epurazione di un mese fa. Gli obiettivi sono un centrocampista centrale e un attaccante, oltre a qualche under che si andranno a unire alla punta Louzada, brasiliano ex del Matera e al centrocampista Loiodice che  hanno già esordito con la maglia del Cerignola. Un discorso a parte merita il prossimo avversario del Potenza, ossia il Taranto che affida proprio all’esito del match allo Iacovone le sue residue possibilità di rientrare nel discorso dell’altissima classifica. Evento peraltro molto difficile considerato che gli jonici di Cazzarò, oltre ad avere un ritardo di 11 punti dalla vetta, devono sperare che interrompano la loro marcia contemporaneamente Cavese, Altamura, Potenza e Cerignola. Il che è pura utopia. Ma in ogni caso si può dire che il mercato a Taranto è stato una costante dei primi tre mesi della stagione. Perché dopo l’esonero di Cozza e l’arrivo di Cazzarò, sono cominciate le epurazioni di giocatori legati al vecchio allenatore e che non rientravano nel progetto. Il cambio della proprietà di un mese fa, con Giove al posto di Zelatore e Bongiovanni, ha provocato un altro massiccio intervento sul mercato degli svincolati dal quale sono arrivati il difensore Rosania, il centrocampista ex del Messina Capua e l’attaccante senegalese Diakite, oltre ad un paio di under. Nonostante ciò i risultati del Taranto non sono granchè migliorati. Nelle ultime tre giornate solo due punti raccolti, Prima la sconfitta immeritata a Cava dei Tirreni, poi uno squallido pareggio interno con il Gragnano e domenica scorsa un altro deludente pareggio sul campo del Manfredonia. Imperterriti la dirigenza e il ds Volume hanno continuato a fare ancora mercato perché hanno preso la punta Favetta dalla Sarnese e un altro under. E pare che non sia finita qui. Ma il Taranto non vuole mollare e crede ancora in un colpo di coda da perpetrare ai danni del Potenza. Tanto è vero che la dirigenza ha deciso di mandare in ritiro la squadra a Bisceglie da martedi scorso e fino all’immediata vigilia della gara con il Potenza. Ma dovrà fare i conti con la voglia di riscatto di un Potenza molto arrabbiato e desideroso di inverire la tendenza delle ultime tre giornate.

  in copertina bellissimo scatto di Michele Salvatore, fotografo ( da Potenza Official)

 
 


 
 
 
 
Share.

Sull'Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella…


Lascia un Commento