IN CASA LEGA , SORRISI E SGAMBETTI

0

Il capogruppo della Lega Coviello liquida come fantasie le indiscrezioni di alcuni organi di stampa, il nostro compreso, su presunti conflitti interni al partito di Salvini e assicura che non ci sono né fughe in avanti né trame in preparazione. Il senso comunque è questo: stai sereno Bardi, non tutti i Mattei sono uguali. Ovviamente un intervento del genere ci sta, da uno che ha la funzione di tenere il gruppo unito e possibilmente concentrato sulle questioni istituzionali e programmatiche. Ma i giornali non vivono di suggestioni, bensì mettono insieme fatti , comportamenti e anche indiscrezioni per raccontare quello che c’è dietro l’apparenza. E se l’apparenza vuole essere, per Coviello, l’unità, le cose che stanno dietro la smentiscono. la riunione di Matera dello scorsa settimana non era una cena tra amici, ma il tentativo di risolvere un primo problema di conflittualità interna: il ruolo del coordinatore e la sua propensione a pendere a destra, ovvero dalla parte della destra che non ha cambiato sponda ( politica) all’ultimo momento ma che da anni si è fatto largo col lavoro sul territorio. Proprio Matera ha dimostrato che ci sono due raggruppamenti che si fronteggiano: è normale dialettica, come dice Coviello? Può essere se per dialettica si intende una azione tesa a conseguire la leadership regionale attraverso il ridimensionamento di esponenti cresciuti in fretta e che non intendono fare, come d’uopo, la gavetta. O, al contrario,  se si utilizza il proprio ruolo per rafforzarsi politicamente, dimenticando che , oltre la persona, oltre la squadra, si dovrebbe pensare alla comunità regionale. Quanto all’insofferenza  di qualcuno nei confronti del presidente Bardi, non è un mistero che per una serie di accadimenti e di circostanze, Forza Italia sia uscita da questa elezione super valutata rispetto alla sua reale consistenza elettorale. La candidatura Bardi ha tirato alla grande, come testimonia il suo personale consenso superiore ai voti dei partiti.  E questo non è un problema da poco, soprattutto in un contesto nel quale il Presidente dialoga con i vertici nazionali, snobbando la realtà locale. C’è una situazione oggettiva di squilibrio tra forze che si sta accentuando in occasione delle nomine, per le quali da un lato il presidente Bardi tende a prendersi il cuore del potere, dall’altro tende a ridimensionare la Lega. La questione della Sel, per la quale ci si sta inventando una guida a tre ( senza tema di rischiare il ridicolo per quelli che attaccavano il Governo poltronaro precedente) è la spia di questo tira e molla su problemi sostanziali. Due più due fanno quattro e , con buona pace di Coviello che, col suo comunicato sembra più mettere le mani avanti a difesa dei consiglieri che certo non gradiscono scossoni da qualsiasi parte vengano (se arriva una circostanza esterna di tipo politico che può mettere in crisi il Palazzo di via Verrastro), l’ipotesi che qualcuno si muova per fare bottino pieno in solitario non è affatto campata in aria. Sono indicazioni di scenario, non  elucubrazioni di complottisti. Anzi, la reazione suscitata, sembra un modo di parlare  a suocera perchè nuora intenda. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento