Jody Williams a Bardi: su accoglienza e integrazione e’ l’ora dei fatti

0

l Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha incontrato oggi il Premio Nobel per la Pace, Jody Williams, che ricopre il ruolo di Presidente della Fondazione Città della Pace per i bambini, in visita oggi in Basilicata.

L’incontro, molto cordiale, ha posto l’accento sulla necessità di “una reale integrazione dei rifugiati. Non possiamo – ha sottolineato Bardi – limitarci alla mera accoglienza, perché per avere una integrazione concreta che eviti conflitti sociali, è necessario guardare a queste persone come futuri cittadini e non solo come rifugiati. Bisogna uscire dalla logica dell’emergenza e superare un approccio che presti attenzione e attiri interesse solo sull’accoglienza”.

Il Premio Nobel Jody Williams ha evidenziato la “felicità di essere qui, in terra lucana, una regione a me molto cara, anche perché mia nonna era lucana, e per la quale mi sto impegnando con tutta me stessa. Sono un’attivista e quindi mi interessa solo raggiungere gli obiettivi concreti, senza curarmi troppo della diplomazia. La Basilicata è un posto magnifico che merita l’impegno di tutti, associazioni e istituzioni”.

A margine dell’incontro, il Presidente Bardi ha omaggiato Jody Williams di una copia di “Storia della Basilicata”, edita da Laterza, e ha poi avanzato la proposta di attivare tutte le procedure per riconoscere la cittadinanza onoraria a Jody Williams, che ha accettato l’invito con grande entusiasmo.

Successivamente, si è tenuta una riunione operativa in Sala Verrastro, alla presenza anche del Capo di gabinetto, Michele Busciolano. ( fonte. ufficio stampa Giunta regionale)

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi