LA BASILICATA CHE FUNZIONA: LE TERME DI LATRONICO

0

Ci sono cose che funzionano ed è doveroso menzionarle, perché sono da esempio in un territorio che per crescere deve fare appello alle sue migliori energie e puntare sulle scelte giuste.  Le terme lucane di Latronico sono una gran bella realtà e sicuramente nel panorama termale del Sud costituiscono un caso di eccellenza. Le scelte giuste sono state fatte tanti anni fa, diciamo 45 anni fa, quando un gruppo di medici della zona, capitanati dal “pasionario” Romeo Ponzo ( Anzilotta, Bonomo, Pittella s.r), interessò l’allora assessore regionale Franco Vinci alla creazione di uno stabilimento termale, in grado di utilizzare a fini medici le acque provenienti dal Monte Alpi e che già da allora erano meta di parte della popolazione della valle del Sinni e dell’Agri , incantata da quei ruscelli che discendevano dalla montagna, saltando il dislivello con cascate che ancora oggi è possibile ammirare non solo vicino allo stabilimento termale ma anche nel piccolo borgo soprastante. Ci fu, ricordo, nel 1972 il primo convegno medico scientifico promosso dall’Assessore alla sanità, Vinci. E fu quella la posa ideale della prima pietra dello stabilimento che poi fu portato avanti dalla presidenza Boccia, con Egidio Mitidieri alle calcagne, fino alla sua realizzazione. Vederne il funzionamento a regime, dopo la falsa partenza di una società che non aveva dimestichezza con la gestione produttiva di una struttura del genere,  ha rappresentato per me una emozione forte Un servizio di alta professionalità nella fangoterapia, nella balneoterapia, nelle cure idroponiche, in quella della ventilazione polmonare con un ciclo di lavoro che a settembre è diventato una catena industriale, perfettamente efficiente , dal punto di vista organizzativo, da quello medico-sanitario a quello dell’accoglienza. Una organizzazione manageriale efficiente che è riuscita a convogliare buona parte della popolazione lucana, quella del potentino, della val d’agri , del metapontino, con pullman messi gratuitamente a disposizione dei Comuni che ne fanno richiesta ; una ottima vigilanza sanitaria, che accompagna il paziente nel suo percorso di cura, con operatori che conoscono il loro mestiere. Insomma non c’è bisogno di Abano o Montecatini perché le terme lucane di Latronico sono il meglio del meglio. La domanda che ci interessa, da persone che vogliono animare il dibattito sullo sviluppo regionale, è questa:  come trasformare questo risorsa in moltiplicatore di sviluppo del territorio ? Intendiamoci, molto è stato fatto, dalla parte pubblica, a cominciare dal Comune di Latronico, per collegare questa risorsa a tutte le altre del territorio, dal Parco del Pollino, a Maratea, agli attrattori di Trecchina : iniziative come Arte Pollino, la realizzazione di una sentieristica di primo livello,  lo sforzo di coniugare arte ed ambiente., Tutte cose lodevoli e che segnalano lo sguardo lungo di amministratori locali giovani. C’è anche un grosso investimento da parte dei russi per la creazione di strutture alberghiere moderne, c’è soprattutto un territorio ai piedi di Latronico che potrebbe costituire il tappeto verde sul quale costruire il binomio benessere e sport. Ecco, al di là delle iniziative che vengono portate avanti in sede locale, io credo che sia questo il luogo di realizzazione di un grande attrattore, capace di richiamare, in tutti i  periodi dell’anno, le formazioni sportive  nazionali nella preparazione e nel ritiro degli atleti, come quelli delle grandi squadre di calcio che in estate potrebbero abbinare il centro benessere con la pratica atletica e sportiva, o le federazioni del Coni, olimpiche e paraolimpiche. Quarantacinque anni fa io  stampai la prima pubblicazione delle terme: gli atti del Convegno scientifico con gli interventi dei vari specialisti. Oggi penso che, dal direttore sanitario Lofrano, all’ottimo Sindaco De Maria , all’assessore allo sviluppo regionali Cupparo e a quello della sanità, Leone, si possa pensare ad un salto di qualita, alla predisposizione di  una nuova partenza legata al benessere fisico anche nello sport. C’è una vasta letteratura scientifica sul ruolo delle terme nel mantenimento della forma fisica degli atleti. E’ il caso di fare un grande progetto tra pubblico e privato per l’attrezzatura logistico-sportiva di quella bellissima valle del verde. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento