E PIETRANTRUONO SI BEVE LA FAKE NEWS DELLA DIFFERENZIATA A POTENZA

0

L’assessore regionale all’ambiente Francesco Pietrantuono ha messo il timbro su una fake news, che è quella di una differenziata nel capoluogo arrivata al 61 per cento. Obiettivo che da solo servirebbe a coronare di successo questa amministrazione De Luca se fosse vero, ma che vero purtroppo non è , essendo una cifra partita dalla loquace bocca dell’assessore Coviello senza niente documentazione che non fosse la sua parola. Ho già detto in altre occasioni che se quella cifra fosse vera basterebbe che l’assessore portasse i bonifici  dei vari consorzi  ( carta , vetro, plastica, alluminio) e ce li sbattesse in faccia  a dimostrazione del cattivo giornalismo che facciamo. Chiederemmo scusa pubblicamente e nel frattemnpo potremmo dare la notizia ai cittadini che la tassa sulla spazzatura subirebbe già da quest’anno un notevole decremento.  Invece, dopo aver rivolto domande in giro a chi sa districarsi nella materia, mi sono impossessato di una tesi secondo cui  al centro di selezione concinua ad arrivare materiale non perfettamente selezionato, E CHE, DOPO ESSERE COSTRETTO AD UNA NUOVA AZIONE DI PREVAGLIATURA, NON SAPPIAMO SE RETRIBUITA, VA AI CONSORZI. QUINDI, SE IL CICLO FOSSE CORRETTO, DOVREMMO AVERE BONIFICI   NON DICO PER IL 61 PER CENTO MA ALMENO PER IL CINQUANTA PER CENTO. CI SONO? PU0′ FAR VEDERE ALLA CITTA’ LA PREMIALITA’ CHE IL SUO SERVIZIO STA RISCUOTENDO DA PARTE DEI CONSORZI. OPPURE VI è POCO O NULLA? Ora, in questa informazione che gira come una trottola impazzita sui social, basta che uno dia un numero che la cosa si espande a macchia d’oro; ma che lo possa anche utilizzare, senza verifiche, un assessore regionale il cui scopo è di controlLare come funziona il giro, mi sembra alquanto imprudente e leggero. Anche perchè sembra che il Comune di Potenza non sia sollecito  ad applicare la delibera predisposta dalla Regione e cioè di adozione del sistema Orsa  ,che, per le sue regole, costituisce una sorta di certificazione di qualità dei servizi esperiti. Dobbiamo dunque pensare che delle mille tonnellate di rifiuti a Potenza, 610 siano smaltiti a regola d’arte?: Se fosse così, vorremmo Coviello Sindaco e che non se ne parli assolutamente di mettere un altro. Se invece non è così, vorremmo semplicemente che uno che spara numeri a casaccio lo continui a fare nel cortile di casa sua. E, detto tra noi, quei consiglieri che assistono immobili a questa diatriba e che non fanno uno straccio di interrogazione per vedere documenti o per capire se il sistema funziona così alla grande o sono consapevoli del successo  , oppure sanno del bluff e non fanno nulla. E non si capisce perchè . Questo per non parlare dell’altra sciocchezza in corso , che è quella di dare all’Acta il servizio di riscossione. Per l’acqua e per il gas funziona perchè è una erogazione al contatore: ma nella pulizia ogni costo e ogni spreco dell’Acta va a finire in bolletta, giacchè l’Acta diventa controllore a controllato. Una bestialità rocco rosa

Share.

Sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento