L’ANGOLO ROSSOBLU

0

Il Potenza continua a viaggiare ad alta velocità: nelle ultime otto partite ha messo altro fieno in cascina conquistando 21 punti su 23 disponibili. Siamo arrivati alla 23esima giornata di campionato, ne mancano undici alla fine, ma, nonostante le ultime cinque vittorie consecutive, il traguardo è ancora lontano anche se ci siamo allontanati dalla seconda di sette punti e di dieci dalla terza.

Ci sono ancora in palio 33 punti quindi la matematica non dà nulla di certo ma possiamo provare a fare alcune considerazioni: nelle 23 partite giocate siamo risultati la squadra più costante tranne il black out di dicembre ,quando in tre partite consecutive perdemmo 7 punti e la testa della classifica per due giornate.

La ripresa fu immediata, a partire dalla vittoria di Taranto, e da allora è iniziata la serie positiva che ci ha consentito di riconquistare subito la testa della classifica e raggiungere 58 punti di oggi, risultando la squadra di tutti i gironi di serie D con la media più alta di punti guadagnati a partita e la migliore differenza tra gol fatti e gol subiti, 42.

Per le prossime 11 partite sospendiamo il giudizio, dobbiamo prima guadagnare i voti per formulare quello definitivo, nella consapevolezza che la nostra forza deriva proprio dalla posizione di classifica e dai record finora raggiunti.

La partita di oggi è stata giocata con determinazione, nel primo tempo, abbiamo concesso qualche ripartenza alla squadra ospite regalando loro anche il gol per una mancata intesa dei nostri due difensori, svantaggio recuperato dopo 45 secondi dal rigore trasformato da Siclari.

Poi la partita si è messa in discesa segnando altri due gol senza rischiare nulla; da evidenziare che tutti i giocatori hanno interpretato bene la partita: Panico, Diop,Coppola, Siclari e Guaita forse hanno fatto vedere qualcosa in più.

Il commento dei tifosi:

Una formazione iniziale un po’ diversa dal solito ma non per questo meno forte. Tutto a conferma del fatto che siamo fortissimi e che possiamo contare su una rosa di giocatori notevole. Un grandissimo Siclari oggi che oltre ad aver messo a segno 2 reti ha mostrato determinazione per tutta la partita. Potevamo essere un po’ più incisivi già dai primi minuti ma si sa’ ai nostri Leoni piace farci soffrire prima,  per regalarci gioia raddoppiata dopo. Abbiamo visto una bella squadra compatta e la partita poteva trasformarsi in goleada viste le numerose e qualitative occasioni avute. Molto bene anche Pepe, ha portato avanti la palla con gran tocchi di classe e da fuoriserie così come anche Guaita e Coccia. Guadalupi ha messo su gran belle palle lunghe e precise. Insomma, una partita tutta positiva e naturalmente anche la ciliegina sulla torta è giunta da Cava de’ Tirreni dove la padrona di casa ha ceduto il passo al Cerignola lasciandosi cadere in classifica di addirittura 7 punti. Adesso testa alta e spalle larghe per domenica prossima a Cerignola e per citare l’ormai noto motto del nostro Presidente ” tosti, tosti, tosti” .Patrizia Rinaldi

Questa partita, sulla carta facile, ha confermato definitivamente la forza, la coesione e le qualità tecniche di una squadra e di un gruppo gestito in modo magistrale da mister Ragno. Infatti, nel giorno in cui Ragno ha dovuto rinunciare alla spina dorsale della squadra titolare per le assenze di Sicignano, Esposito e del bomber Franca, vi è stata la conferma che il Potenza è forte, compatto e ricco di qualità anche quando mancano alcuni interpreti ritenuti indispensabili. Merito di tutto questo va dato a mister Ragno che sta gestendo la rosa in modo magistrale e fa giocare a memoria la squadra, a prescindere della formazione schierata. Insomma, questa è la vera forza del Potenza, che a questo punto del campionato con sette punti di vantaggio sulla Cavese, seconda classificata, mette una serie ipoteca alla vittoria finale del campionato. Anzi io credo che il duo Caiata-Ragno sta seriamente pensando a raggiungere un duplice obiettivo:primato in campionato e finale di Coppa Italia il 19 maggio a Firenze. Se ciò dovesse  accadere, come tutti ci auguriamo, ci sarà un esodo storico della tifoseria rossoblu in direzione del capoluogo toscano, con tanti tifosi che raggiungeranno Firenze da tutte le parti d’Italia. Questa squadra, così ben guidata, così forte e con tanto talento e qualità in alcuni suoi interpreti, autorizza la tifoseria rossoblu a sognare, perché i sogni se vengono perseguiti con determinazione talvolta si avverano e diventano una splendida realtà.

Tommaso Genovese

Il Potenza cala l’ennesimo tris alla Frattese e stacca la Cavese che, nel deserto del suo stadio, si fa battere dal Cerignola prossimo avversario dei rossoblù. Senza il capitano Esposito e il super bomber Franca gli uomini di Ragno si sbarazzano di una bella Frattese scesa al Viviani per giocare a calcio senza fare barricate. Siclari si veste da Franca e con una doppietta regala tre punti pesantissimi per il raggiungimento della tanto agognata serie C. Tra i due gol di Siclari un altro eurogol, stavolta messo a segno da Leo Guaita che con un tiro di esterno destro insacca la palla nell’angolo alto alla destra del portiere campano. Il traguardo si avviCina

Vincenzo Cauzillo

POTENZA batte Frattese 3 a 1….e ho detto tutto!!!

La capolista continua la sua marcia inesorabile, con una doppietta del “gladiatore” Peppe Siclari e un goal del “leone” Leo Guaita, archiviando la pratica Frattese, che nulla può contro la corazzata POTENZA.

Anche senza il bomber Carlos Clay França e il capitano Esposito, mister Ragno ha impostato una squadra che poco o niente ha concesso agli avversari.

A completare la giornata è venuto il risultato di Cava dei Tirreni dove l’inseguitrice Cavese è stata battuta dal Cerignola, prossimo avversario del POTENZA, portando a 7 punti il distacco.

MA CHE SQUADRA HA IL POTENZA !!!!

Adesso massima concentrazione e tutti a Cerignola!!!

Forza POTENZA …grande ragazzi!!!🔴🔵🔴🔵

Vincenzo Losasso

Una vittoria importante non solo per i tre punti, non solo per i sette punti di distacco dalla seconda, ma per le innumerevoli soluzioni che l’allenatore ha nell’ambito delle scelte dei calciatori, ed oggi se ne è avuto una riprova perché Ragno non si è accorto delle assenze di Esposito, Franca, Sicignano e Ungaro: l’ossatura della squadra.

Il Potenza è la squadra dei primati: per i punti conquistati a partita, per la differenza gol e per essere la squadra che ha conquistato più punti in tutti i gironi di serie D.

Il campionato è ancora lungo 11 partite da giocare, non sono poche, di cui alcune importanti in trasferta come Cerignola, Gravina e Nardò, per cui non bisogna abbassare la guardia e di rimanere Tosti tosti per arrivare alla conquista di questa sospirata promozione senza ulteriori patemi d’animo.

Mariano Cauzillo

Share.

Sull'Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way
dell’ esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata.
Per vent’anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi.
Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata.
Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho
lavorato al centro , ibc, di saxa rubra, per inoltrare i segnali televisivi
e radiofonici, provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90,
attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Ho scritto articoli diffusi dai quotidiani la nuova e il quotidiano, inerenti la storia della
ricezione dei segnali televisivi in Basilicata dal 1954 ad oggi e la storia
della sede Rai di Basilicata nata nel 1959.
Collaboro col periodico di attualità e cultura, ” il messo” con sede redazionale ad Albano di Lucania e diretto da Gianni Molinari
Scrivo sul periodico ” Armonia” edito dall’associazione Rai Senior, un bimestrale nazionale destinato a tutti i dipendenti della Rai.


Lascia un Commento