L’HOBBY DI ANTONELLA ARMANDO FRA I MEDIOEVALI VICOLI DI RIVELLO

0

MARTINA MAROTTA

 

La fusione fra artigianato e pittura

 

 

Oggi incontriamo, a Rivello, caratteristico centro della Valle del Noce, a pochi chilometri da Maratea e da Lagonegro, Antonella Armando, una simpatica signora che ci accoglie con un gran bel sorriso. Una lucana che ha saputo fare del suo hobby anche un modo di vita adattando il suo vivere quotidiano alle bellezze naturali che la circondano e dalle quali prende continuamente spunto per le sue creazioni. Antonella dipinge non solo su tela e carta ma anche sulla porcellana fredda che modella e decora con estrema accuratezza.

collana in porcellana

“ Fin da piccola sono sempre stata appassionata di arte e di creazioni artigianali,” ci dice ” Circa dieci anni fa ho scoperto su internet questo materiale interessante, la porcellana fredda, e ho iniziato a lavorarla ed a conoscerne i segreti grazie ad alcuni corsi realizzati da professionisti del settore, che, da tempo, la utilizzavano per le loro creazioni.” “Questo materiale viene modellato a freddo e non ha bisogno di cottura una volta terminata la lavorazione manuale. Il risultato è simile alla porcellana, ma con l’indiscutibile vantaggio che non ha la fragilità della ceramica classica. Gli oggetti in porcellana fredda possono anche cadere o essere sottoposti ad urti senza riportare danni. Naturalmente le parti più sottili possono rompersi con urti più forti.” Mentre spiega tutto ciò Antonella modella alcune foglie che le serviranno per una composizione floreale da applicare su un anello e poi i piccoli petali del fiore che dovrà decorare con delicati pennelli già pronti sul tavolo da lavoro.

fiori in porcellana fredda

fiori in porcellana

E prosegue, vedendo la nostra curiosità, “Uso pinzette, incisori, sgarzini, tagliapasta, stecche per modellare, bulini, ecc., attrezzatura comunemente usata da un qualsiasi artigiano che crea modellando delle paste. Ma il vero tocco è data da una buona capacità manuale per una modellazione il più possibile creativa.” Ed è così, l’artigiano artista in questo modo realizza piccoli capolavori mettendo in campo ogni conoscenza ed ogni trucco del mestiere.

Ma Antonella, come già puntualizzato, ha una immensa passione per la pittura, dipinger su tela ad olio e non disprezza l’acrilico o l’acquerello. Una continua evoluzione, un continuo studiare tanto che ancora adesso frequenta corsi specifici di pittura. Non è facile capire se Antonella è più una artigiana del bello o un’artista e prontamente ci spiega che “Mi sento a tutti gli effetti un’artigiana che prova a suscitare emozioni con le sue creazioni in chi le ammira e, solo da questo punto di vista, credo che il lavoro di artigiano possa essere paragonato a quello dell’artista, che punta anch’esso a comunicare pensieri e sensazioni e suscitare emozioni.” Ammirando i suoi oggetti e le sue pitture traspare che l’artista rivellese si ispira molto anche a stereotipi della moda, per far si che le sue creazioni siano sempre apprezzate.“L’importante è riuscire, però, a dare un’interpretazione personale anche a ciò che “va di moda” per dare un tocco di originalità che altrimenti verrebbe a mancare” ci dice mentre ci accorgiamo che ha quasi ultimato il fiore che stava facendo. In pochi minuti, con estrema maestria.

porcellana fredda

La curiosità ci fa chiedere se le dispiace, come succede a tutti gli artisti, cedere oggetti o dipinti da lei realizzati. Con un nodo alla gola ci conferma “ Ogni pezzo creato porta con sé le emozioni provate nel crearlo, le sensazioni ottenute nel lavorare con attenzione. Sono come amici che di volta in volta mi lasciano. D’altra parte, è il destino di tutti gli artisti e gli artigiani che lavorano anche per il mercato e non soltanto per se stessi. Non nascondo, però, che ci sono delle creazioni che tengo gelosamente custodite e non cederei mai.”

Antonella deve pur far conoscere la sua arte, il suo artigianato artistico e ci ricorda che “Partecipo con passione ai mercatini, sempre più frequenti,negli ultimi tempi, anche nella nostra zona. E’ il modo per far conoscere il mio hobby e magari confrontarmi con altri artigiani per apprendere sempre cose nuove.”e continua “ Sulla mia pagina personale di Facebook ci sono alcune foto delle mie creazioni.

DAL PROFILO FB DI ANTONELLA ARMANDO

Chiunque può contattarmi su messenger per ottenere ampie informazioni ed, eventualmente, incontrarmi di persona per vedere quello che faccio. A breve nascerà anche un pagina Facebook dedicata soltanto al mio hobby, dove mostrerò tutte (o quasi) le mie creazioni”

Lasciamo Antonella con un piccolo pennello in mano, sta decorando il fiore che ha appena realizzato in porcellana fredda. Complimenti e grazie per le tante emozioni che doni a chi ammira la tua arte.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Laureanda a Firenze con un a tesi in sulla etnomusicologia lucana , inizia a scrivere versi e versetti già a 7 anni utilizzando come carta anche i muri di casa. Studia musica (suona chitarra, flauto traverso, flauto dolce, tastiere) e canto. Il Flauto Traverso, che studia da 8 anni, l’affascina in modo particolare. Ha vinto numerosi concorsi musicali riservato a giovani musicisti. Non si contano gli articoli a lei dedicati su riviste, quotidiani e tra le pagine del web.. Importanti e famosi critici letterari Italiani, membri delle giurie dei Premi Letterari più prestigiosi, hanno scritto ottimi giudizi e motivazioni per i premi assegnati alle sue poesie dal Prof. Pier Franco Quaglieni alla Prof. Rina Gambini, dal Prof. Squirotti al Prof. Giuseppe Benelli, da Alessandro Quasimodo al Cav. Marina Pratici, a Marzia Carocci, a Roberta Degli Innocenti a Dalmazio Masini. Sin dall’età di 12 anni è stata più volte premiata “alla carriera” per alti meriti culturali. Martina è membro effettivo di alcune accademie letterarie italiane ed estere.. Ad oggi, ha vinto 351 premi letterari e fra questo oltre 150 sono primi premi (oltre che in Italia anche in Svizzera, Grecia, Australia). Alcuni premi li ha vinti anche più anni consecutivamente. Fra i premi vinti Tropea: Onde Mediterranee, Poseidonia Paestum, Europa” (Lugano), Città di Salò,.Il Trebbo, F. Pinzone, Prato: Un Tessuto di cultura, Via Francigena, Fratelli De Filippo (Torre del Greco – 2007) Voci, Città di Cattolica, Colle Armonioso, Carla Boero, Il Molinello, Trofeo del Bergamotto- Universum, Città di Aosta – Universum, La Lode, Un Momento di ….verso, Australia (Melbourne) Un monte di Poesia, Roma…in cerca di poesia, Città di Marta, Versilia, Leopardi, Surrentum, A. Belli, Decadramma d’Argento, Coluccio Salutati, Festival Europeo della Poesia (Atene), Thesaurus, Lago Gerundo, Perseo. Sono 130 le Antologie letterarie, in Italia ed all’estero, che hanno pubblicato sue poesie. E’ uscito nel febbraio 2010 il copertina11suo primo libro: L’arcobaleno della III a edito dalla Attucci Editrice di Carmignano con cui racconta, in versi ed in prosa la sua esperienza scolastica, vissuta in una classe multietnica di una scuola elementare di Prato.. Un libro ricco di immagini poetiche e momenti di vita, di personaggi, ma anche di fatti che la rendono triste, come la guerra che ha i bambini come protagonisti, l’incendio di un bosco con la morte di un uccellino; un libro, dunque, che la vede poeta ma nello stesso tempo reporter della sua vita, di quanto le succede intorno e la consacra abile descrittrice della natura che la circonda Con decreto del Presidente della Repubblica del 23 settembre 2011 Martina, come si diceva, è stata nominata, per meriti letterari ed artistici, “Alfiere della Repubblica” dal Presidente Giorgio Napolitano. Il Comune di Prato, nel 2011, le ha conferito il “Gigliato d’Argento” per meriti letterari. E’ stato pubblicato, a fine ottobre 2013, il suo secondo libro Io spero che … fra la gente oltre l’Arcobaleno, edito dalla Attucci Editrice. Di questo libro Martina ne ha donato, comprandole e pagandole di tasca propria con i propri risparmi, 500 copie alla Croce Rossa Italiana, associazione presso la quale Martina svolge volontariato sia come operatrice socio sanitaria sia come operatrice di emergenza per la Protezione Civile Italiana. In occasione della presentazione del libro sono state consegnate a Martina la Medaglia del Presidente della Camera, Onorevole Boldrini, e la Medaglia del Presidente del Senato, Sen. Grasso, come riconoscimento per l’impegno sociale e civile della giovane autrice. Famiglia Cristiana le ha dedicato una recensione in occasione della presentazione del suo secondo libro parlando dei suoi scritti e delle sue attività poetiche, musicali e l’impegno nel sociale. A giugno 2014 la International University P.S.I. di Lugano le conferisce la Laurea Honoris Causa in “Impegno sociale e Solidarietà” . Sempre in Giugno 2014 viene nominata Vice Presidente Internazionale della Universum Giovani ed Accademico ad Honorem della Universum Academy Switzerland. Nel mese di Agosto 2014 sotto il patrocinio Internazionale della Universum Academy Switzerland e della Universum Giovani effettua, in Basilicata, la prima parte del Tour Poetico “Colori del Sud” che la vede protagonista nelle piazze e dinanzi a migliaia di persone. A fine agosto 2014 ritira a Lauria il Premio Mediterraneo 2014 destinato a persone che si sono distinte nella letteratura. Una importante affermazione. Ad ottobre 2014, a Lugano, le viene conferito il Premio Universum Donna 2014. Premiate con lei altre 9 donne provenienti da tutto il mondo che si sono distinte nella medicina, nella letteratura, nell’arte, nel diritto internazionale. Sempre a Lugano viene nominata Ambasciatrice di Pace della International University of Peace. Dall’autunno 2015 Martina è stata nominata Vice-Presidente del Centro europeo di Speleologia Marina (sede a Trecchina). Martina è in Facebook, alcune amiche, anch’esse scrittrici, hanno creato in Facebook il Fans Club Martina Marotta. La giovane artista ha un suo sito www.martinamarotta.it che aggiorna personalmente. Per scriverle martina@martinamarotta.it

Lascia un Commento