L’OMBRA DI PETROLIO S’ALLUNGA SU PIGNOLA

0

Sulle trivellazioni in basilicata c’è poco da essere ottimisti. Neanche il tempo per i cinque stelle di dire che su Masseria Larocca hanno fermato gli ingranaggi che dalla Presidenza del Consiglio li smentiscono con un plateale sconfessione  dell’iniziativa regionale. Hanno voluto dire che la competenza è statale? Beh! Se così fosse avrebbero già potuto decidere secondo il volere del Ministro dell’ambiente e dello Sviluppo. Ma proprio dal ministero dell’Ambiente  arriva la notizia che la Commissione tecnica ha dato ritenuto convincente la  Valutazione di impatto ambientale e quindi esprimono parere favorevole. Siamo ancora al piano tecnico ma già a questo livello è un disastro per il fatto che i permessi riguardano territori ricchi d’acqua e di sorgenti. Più si va avanti, più si ha l’impressione che non ci sia un governo ma che ce ne siano due, uno che monta le cose e uno che le smonta. Non è un mistero che dalla destra si chiude un occhio sulle questioni ambientali lucane, al punto che gli stessi esponenti regionali della Lega non parlano ufficialmente di petrolio, gli sarà stato vietato da Roma. Ma che i cinque stelle arretrino su questioni così vitali per la loro presenza in Basilicata, c’è da meravigliarsi. Ancora una volta si sconta il doppio circuito decisionale, l’uno che individua soluzioni in regione per salvare capra e cavoli e l’altro, quella romana, che se ne fotte. Da qualche parte autorevole si dice che ci sarebbe la possibilità di fermare tutto questo con il piano delle acque, ma sicuramente anche questo al momento opportuno sarà messo in discussione. Io la vede nera. La macchia.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento