L’UNIVERSO STELLANTIS E L’ORBITA LONTANA DELLA BASILICATA

0

L’altro ieri il Governatore Bardi sosteneva insieme ai suoi colleghi Presidenti di Regione la necessità che l’Europa si dia una mossa per uscire dalla dipendenza cinese dei semiconduttori per le auto e oggi Stellantis annuncia un accordo per tre grandi piattaforme tecnologiche, con l’arruolamento di 4500 ingegneri del software entro il 2024, e con la creazione di una Sofware Academy, una sorta di centro di eccellenza nella ricerca. Tra le due cose purtroppo non c’è relazione, nel senso che l’azienda  non aspetta la politica né si adagia come nel passato nella ricerca di contributi pubblici. Merito della internazionalizzazione che l’azienda ha messo nel proprio DNA, dello spirito imprenditoriale nuovo che i suoi manager hanno coltivato in America e della leadership francese che guida la baracca con uno sguardo agli interessi d’Oltralpe. In tutto questo il Governo italiano non si sente, non si sa se perché lavora sottotraccia o perché non lavora affatto. Eppure occasioni come queste dovrebbero essere prese al volo per mettere insieme i grandi finanziamenti del PNRR e la principale azienda automotive, magari con un contratto speciale che privilegi il Mezzogiorno, le fabbriche più importanti che vi lavorano e gli incentivi speciali per la Zes e la zona franca. Ma a quanto sembra nessuno si fa avanti , né per rivendicare una delle piattaforme di sviluppo del software , né per promuovere degli strumenti di attrazione speciale per favorire la nascita di questa intelligenza artificiale dedicata ai veicoli in un distretto industriale dell’automotive. Nonostante una persona eccezionale come Draghi, viviamo un tempo nel quale la politica non è più il centro dell’Universo e il Mezzogiorno è un satellite che viaggia in orbite lontane. Quanto alla Regione,è sempre più evidente che essa è priva di un Ministro degli esteri, nel senso di una rappresentanza nazionale ed europea che pure abbiamo avuto nel passato con uomini come Colombo o anche Gianni Pittella .Da cosa deriva questo distacco? Dall’incapacità di relazionarsi tra Potenza e Roma, dalla visione di bottega della politica lucana, dal sistema di rappresentanza diretta della popolazione che è saltato? Sappiamo solo che siamo inguaiati e che se non riusciamo a portare la nostra voce a Roma, finiremo con l’entrare nel buco nero del buio cosmico dell’irrilevanza. Rocco Rosa

 

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi