MANOVRE POCO CHIARE INTORNO AGLI ALLOGGI DI BUCALETTO

0
C’è una contraddizione che andrebbe spiegata ai cittadini e che riguarda l’avocazione del finanziamento di dieci milioni da parte del Comune di Potenza, dieci milioni che erano nelle disponibilità dell’Ater, per gli alloggi a Potenza, e che sulla scusa di una scarsa capacità gestionale dell’Ente per l’edilizia abitativa, sono entrate nella disponibilità comunale. Poi i fatti hanno detto il contrario, e cioè che l’Ater è perfettamente in grado di appaltare i lavori, avendo una organizzazione tecnica all’altezza e una esperienza nel settore che risale alla metà del secolo scorso.Ebbene, in tempi record, e in piena pandemia ha realizzato 36 alloggi a Potenza, alloggi di alta qualità ed efficienza energetica e con caratteristiche di pregio progettuale ed esecutivo e che sono stati realizzati, in piena pandemia, in tempi record. 
E lo stesso Ater ha disposto che un terzo di quegli alloggi saranno messi a disposizione degli abitanti di Bucaletto che da sempre aspettano la realizzazione di ben 70 alloggi.  Invano i consiglieri dem di opposizione hanno chiesto chiarimenti su questo indebito e anomalo passaggio, tanto più anomalo perchè è proprio il COmune ad essere protagonista di ritardi e di inadempienze nel settore abitativo. E dunque, Angela Blasi, portavoce del gruppo  ( con lei Bianca Andretta, , Roberto Falotico, Angela Fuggetta e Vincenzo Telesca) si chiedono con un pizzico di ironia  perché l’Ater riesce a costruire alloggi a Macchia Giocoli e non riesce a costruire alloggi a Bucaletto.
La risposta, abbastanza pleonastica, è che -dicono- potrebbe essere nella circostanza che l’aggiudicazione dei lavori riguardanti i 36 alloggi è avvenuta agli inizi del mese di fabbraio 2019, con la Giunta De Luca e la consegna dei lavori l’ 8.7.2019, cioè merito della giunta precedente, mentre quella attuale, a guida Guarente, non dà ancora spiegazioni su che fine hanno fatto i 50 milioni di euro che il Comune ha a disposizione per la costruzione di alloggi nello stesso quartiere di Bucaletto.
Secondo lo stesso Sindaco, l’ amministrazione sarebbe in attesa di un fantomatico Commissario come quello del “Ponte di Genova” che possa realizzare cio’ che l’amministrazione Guarente non è in grado di fare.
Ebbene,dicono i consiglieri dem, non si comprende quali possano essere i problemi burocratici citati nell’intervista dal sindaco Guarente su rete nazionale. L’area di Bucaletto è del Comune, la potestà urbanistica è del Comune, i 50 milioni di euro sono assegnati al Comune ma cosa c’è’ di ostativo allora?
La realtà è che l’amministrazione Guarente ha i fondi per costruire circa 300 alloggi a Bucaletto e non esiste un atto in merito. La risposta appare scontata. Incapacità di questa amministrazione. In definitiva i dieci milioni tolti all’Ater  andranno ad aggiungersi ai 50 milioni non spesi e per i quali si è in attesa del decantato “commissario”. Se questa si può chiamare efficienza!

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi