MERITATO RIPOSO

0

GIOVANNI VACCARO

Chi ha frequentato l’università sa che prima o poi arriva l’esame complicatissimo con il professore che ha fama di essere un luminare della sua materia e che boccia chiunque ne sappia poco meno di lui. Ebbene Mercoledì sera il Potenza ha sostenuto quell’esame, e davanti alla professoressa Juve Stabia ha fatto anche una bella figura.

Si sa, dopo un esame difficile non c’è niente che faccia bene come un po di meritato riposo.

Come il freddo inverno ha congelato le strade della città, così la sosta ha cristallizzato i numeri dei rossoblù. Sono 27 i punti in classifica (media 1.29 punti/partita). Sia i gol fatti che quelli subiti sono 23 che portano la media a 1.10 gol/partita. Mentre quello nei confronti della capolista è il sesto clean sheet stagionale, tutto sommato niente male considerando che di fronte c’era un attacco da 46 reti.

Nel complesso la 22° e la 23° giornata hanno ingarbugliato la zona di classifica di interesse del Potenza che resta in decima posizione vedendosi anche agganciato da tergo dalla Virtus Francavilla. In nona posizione, davanti agli uomini di Raffaele c’è il Rende a 31 punti, i calabresi hanno perso lo smalto di inizio stagione ed inanellato la quarta sconfitta consecutiva. Subito davanti, nell’arco di 3 punti c’è il quartetto Monopoli, Reggina, Vibonese e Casertana con i granata che in settimana hanno subito anche 2 punti di penalizzazione.

L’imbattibile Juve Stabia riprende la sua corsa dopo lo stop del Viviani. Trapani, Catania e Catanzaro separate da 3 punti continuano a contendersi dalla seconda alla quarta posizione.

In fondo alla classifica le cose cambiano poco. Capuano ha conquistato il suo primo punto sulla panchina del Rieti, mentre restano impelagate nelle sabbie mobili il Bisceglie (che ha segnato solo 9 reti), il Siracusa e la Viterbese che però deve recuperare 6 gare. Non si può tacere la penalizzazione complessiva di 32 punti subita dal Matera che condanna di fatto i murgiani al ritorno in Serie D e permette alla Paganese di abbandonare l’ultima piazza del campionato pur non smuovendo i suoi 9 punti.

La classifica marcatori ha un nuovo re incontrastato, risponde al nome di Luigi Castaldo che segnando una inutile doppietta si porta ad 11 reti. Scavalca di 2 marcature Paponi che non trova la porta da 8 giornate e Taurino che grazie ai non irresistibili ragazzi del Matera sigla una tripletta ed arriva anche lui a 9 gol.

Sarà proprio la Paganese il prossimo avversario del Potenza. La squadra campana domenica ha dato parecchio filo da torcere alla Juve Stabia perdendo solo 1-0 con la capolista in quel del Romeo Menti. Gli azzurri campani nel girone di andata non hanno vinto nemmeno una volta con l’unico successo stagionale che è arrivato alla prima del girone di ritorno sul campo del Rende. Con i suoi 9 punti la media è di 0.43 punti/partita. Diversamente da altre sue dirette concorrenti la Paganese ha un attacco abbastanza prolifico che fino ad oggi ha garantito 20 reti (media 0.95 gol/partita), solo 3 in meno del Potenza. Il rovescio della medaglia però è rappresentato dalla difesa, sono 48 i gol subiti (media 2.29 gol/partita), di peggio solo il Matera, che però da quando manda in campo i ragazzi della primavera ne ha subiti 27.

In casa la Paganese ha conquistato solo 4 punti dai pareggi con Cavese, Vibonese, Matera e Siracusa, ha segnato 11 gol e ne ha subiti 25. I migliori marcatori sono Parigi e Cesaretti entrambi con 4 reti seguiti da Piana a quota 3.

La partita di andata coincise con l’ultima panchina del grande Nicola Ragno e si concluse sull’1-1 con Piana che di testa riuscì a pareggiare il gol di Emerson che fu anche il primo in campionato del Potenza.

FORZA POTENZA!!!

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento